Liceo Fermi Aversa, concluso il progetto con la Parthenope

Liceo Fermi Aversa, concluso il progetto con la Parthenope

Pietro Battarra

-Un partenariato duraturo e proficuo quello tra il Liceo Scientifico Fermi di Aversa guidato dalla sapiente mano di Adriana Mincione e il Dipartimento di Studi Economici e Giuridici dell’Università degli studi di Napoli Parthenope, diretto da Lourdes Fernandez del Moral Dominguez. L’iniziativa nell’ambito del Programma Operativo Complementare “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” – FSE – Progetti di inclusione sociale e integrazione ha appena concluso il progetto “Alfabetizzazione digitale, multimedialità e narrazioni”. 

Il modulo, dal titolo “Diritti Superiori” ha avuto come obiettivo perfezionare la conoscenza dell’Unione europea e delle sue Istituzioni nonché di potenziare i percorsi di integrazione e delle politiche europee. La docente dell’università napoletana, Maria Giovanna Petrillo, ha proposto un’inedita lettura, concepita anche in modalità multimediale, dell’opera “Sans famille” (1878) dello scrittore normanno Hector Malot, del romanzo “David Copperfield” di Charles Dickens (1849-50) e di “Cuore” dello scrittore italiano Edmondo De Amicis (1886) al fine di dimostrare – in una dimensione di polarità tra analisi del testo letterario e lettura multilingue e multiculturale del concetto di educazione e formazione – come la storia dei protagonisti, collocata nel contesto dell’Europa  del XIX secolo, abbia contribuito allo sviluppo dei concetti cardine dell’Unione Europea, proiettando, grazie alla grande attualità dei testi presi a campione,  gli studenti in una dimensione contemporanea, con uno sguardo volto al passato.  Nell’ambito di lezioni frontali, intervallate dall’approccio del cooperative learning (con il supporto dei dottorandi in Eurolinguaggi e Terminologie Specialistiche del noto ateneo campano) e da un seminario tenuto da Rita Raucci, esperta di digital storytelling, il progetto ha realizzato situazioni creative, espressive, dando ad ogni partecipante l’opportunità di esprimersi, sviluppando, al contempo, un senso di appartenenza al gruppo. Sono state previste verifiche del gradimento di ogni incontro mediante un momento di confronto fra studenti e docenti, questo al fine di ottenere una osservazione diretta del processo di insegnamento-apprendimento. Il progetto ha favorito, altresì, l’attuazione di percorsi formativi su tematiche multilinguistiche e interdisciplinari e di interesse sociale nonché di consolidare la conoscenza della storia e della cultura del Novecento proiettata nel contesto contemporaneo. Il prodotto finale è consistito nella realizzazione di un tik tok da parte del gruppo classe (la docente della Parthenope è stata affiancata dai colleghi-tutor del Fermi, Giovanna Caiazza, Maria Lydia Golia e Luca Ferri). L’utilizzo didattico del tik tok ha compreso una prima parte in cui si è proceduto a familiarizzare con la grammatica delle narrative e una seconda che ha proceduto con la creazione di storie (anche multilingue) come strumento per lo sviluppo di nuove competenze. “È stato proprio il meccanismo narrativo, supportato da elementi multimediali, a generare, infatti, processi ermeneutico-interpretativi e correlazioni concettuali significative che hanno favorito e facilitato la memorizzazione sul piano cognitivo” – spiega Petrillo. Soddisfatti del consolidamento del proficuo rapporto tra le due istituzioni, oltre alla dirigente del Fermi, la direttrice del dipartimento di studi economici e giuridici dell’ateneo, la presidentessa della scuola interdipartimentale di Economia e Giurisprudenza, Anna Papa e il prorettore alla didattica e agli affari istituzionali, Antonio Garofalo. Grande l’entusiasmo e la partecipazione degli studenti del Fermi: Elpidio Di Cristofaro; Michele Daniello; Salvatore Mozzillo; Giuseppe Nappo; Federica Vallifuoco; Luca Sardo; Salvatore Picone; Rosa Spatarella; Maria Parente; Raffaele Capogrosso; Nazzaro Di Gennaro; Massimo Falco; Salvatore Tarantino; Francesca Verde; Michela Maglione; Pasquale Martino; Rita Guida; Fusco Vincenzo; Annalisa Menditto; Annabella Noviello; Andrea Di Fraia; Alessandro Mokrytsky; Rosa Natale; Federica Russo; Federica d’Aniello; Lucia Piccolozzi.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 125 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Cultura 0 Comments

Il re Sole e la sua corte, al Planetario un lungo viaggio spaziale

Pietro Battarra -Domenica mattina al Planetario di Caserta. Domani nella struttura di piazza Ungaretti lo spettacolo «Il re sole e la sua corte». L’appuntamento è dalle 19,30 alle 20,45. Dalle

Primo piano 0 Comments

Un libro in giardino, ecco la nuova guida turistica per Caserta

Luigi Fusco -Sabato 7 agosto, alle 18.30, appuntamento ai giardini di Via Gemito a Caserta. Malìa Libreria – Spring Edizioni presenterà il volume Caserta guida alla Città. La Reggia, il

Scuola 0 Comments

Vite di sport, due giornate di incontri online al Liceo Manzoni

Dopo la pausa natalizia, ritornano gli appuntamenti di cultura sportiva al Manzoni,  e, anche se lo sport in questo periodo ha subito delle restrizioni a causa del Covid, le sue

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply