Memorie in Argilla, a Casagiove il ritorno dei vasi figurati

Memorie in Argilla, a Casagiove il ritorno dei vasi figurati

Luigi Fusco

-Manca poco alla tanto attesa mostra Memorie in Argilla. I vasi figurati ritornano a Casagiove che verrà presentata sabato 21 gennaio, alle 18.00, presso l’aula consiliare del Comune di Casagiove.
L’evento è stato organizzato nell’ambito delle ricorrenze del 150esimo anniversario dall’acquisizione del toponimo della città e della rievocazione dei settantacinque anni dalla riconquistata autonomia civica.
A questi due importanti eventi storici si riconnetteranno i tre vasi antichi rinvenuti nel territorio cittadino, nel 1993, durante una campagna di scavo condotta dall’allora Soprintendenza Archeologia di Caserta e Benevento e poi custoditi presso il Museo Archeologico dell’Antica Capua, dove sono ancora conservati.
I tre preziosi reperti saranno visibili presso la stessa aula consiliare fino al 25 febbraio prossimo. Nel corso della manifestazione interverranno il Sindaco di Casagiove Giuseppe Vozza, l’Assessore alla Cultura Gennaro Caiazza, il Direttore Museo Archeologico Antica Capua, Anfiteatro e Mitreo Ida Gennarelli e l’Archeologa MAAC-Direzione Regionale Musei Campania Daniela Maiorano.
I vasi in esposizione sono parte del corredo di quattro tombe a cassa di tufo rinvenute in via Toscana, dove in origine si estendeva una necropoli posta fuori dalla porta orientale dell’antica Capua.
I tre manufatti, tutti datati alla fine del IV secolo a.C., sono una hydria con scena di offerte ad un piccolo
tempio, una neck-amphora con guerriero tra due figure femminili e una bail-amphora con due guerrieri che indossano una tipica armatura campana.
L’evento è stato voluto fortemente dall’amministrazione comunale casagiovese e la sua realizzazione è
stata possibile grazie alla collaborazione con il Museo Archeologico di Santa Maria Capua Vetere e al
sostegno di Confartigianato, della BCC e del FAI – fa sapere l’Assessore alla Cultura Gennaro Caiazza –
sottolineando, inoltre, quanto è stato importante, in fase organizzativa, il contributo giunto da tutti i
consiglieri comunali e da ogni singolo dipendente del palazzo di governo, ma anche quanto sia stato
fondamentale l’apporto delle associazioni locali e dei cittadini che a titolo gratuito “hanno prestato il loro
servizio per testimoniare la ricchezza di un popolo e di tutta la gente che nei secoli qui ha vissuto e qui ha scritto la bella storia dentro la quale affondano le radici della Comunità Casagiovese”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1087 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura

C’è un eroe di marmo nella Reggia di Caserta, è l’Ercole latino

Luigi Fusco – Gloria Virtutem post Fortia Facta Coronat. È il testo in latino inciso sul basamento dell’imponente Ercole latino, scultura collocata nella nicchia centrale del vestibolo inferiore della Reggia

Primo piano

Jacopo Fo protagonista a Pulcinellamente winter edition

Giovedì 26 gennaio sarà il gran giorno di un amico storico di PulciNellaMente, Jacopo Fo. In mattinata alle ore 10,30 nel Palazzo Ducale “Sanchez De Luna” si ricorderà l’immensa figura

Cultura

Al Liceo Manzoni incontro con testimoni di legalità

l liceo Manzoni di Caserta, da anni scuola polo della legalità sul territorio casertano, si attesta ancora una volta quale scuola promotrice di un importante evento per la città di