Mettici la mano, al Comunale la commedia di de Giovanni

Mettici la mano, al Comunale la commedia di de Giovanni

Emanuele Ventriglia

Mettici la mano di Maurizio de Giovanni arriva al Teatro Comunale di Caserta venerdì 2 dicembre e fino a domenica 4. Lo spettacolo vedrà in scena Antonio Milo, Adriano Falivene, Elisabetta Mirra. Le scene di Toni Di Pace, i costumi Alessandra Torella, le musiche di Marco Zurzolo, disegno luci di Davide Sondelli. La regia è di Alessandro D’Alatri. Sabato 3 dicembre alle ore 17.00, sempre al Teatro Comunale di Caserta, la Compagnia sarà ospite del ciclo di incontri “Salotto a Teatro”, condotti dalla giornalista Maria Beatrice Crisci. Lo spettacolo è presentato da Teatro Diana Centro di Produzione Teatrale

Note di regia: «Dopo la lunga stagione dei teatri chiusi è una gioia poter annunciare il mio ritorno sulle tavole del palcoscenico. Un ritorno che segna anche una continuità artistica inedita per me: questo nuovo progetto nasce come una costola della saga de “Il commissario Ricciardi”, dopo il successo della serie televisiva a cui ho lavorato.

Dalla straordinaria e immaginifica penna di Maurizio de Giovanni, due tra i volti più colorati si staccheranno dalle vicende del filone corale del Commissario e torneranno a raccontarsi con il pubblico, ma questa volta dal vivo: il brigadiere Maione e il femminiello Bambinella. Due figure che non fatico a descrivere come “maschere”, unici tra i personaggi dei romanzi ad indossare un costume: uno con il rigore della divisa e l’altro con la leggerezza della femminilità travestita. La vicenda manterrà la sua ambientazione napoletana, città che continua amorevolmente a vivere nella mia esperienza, raccontata in un periodo temporale diverso da quello dei romanzi. Qui troveremo una Napoli devastata dalle conseguenze del nazifascismo, martoriata dagli allarmi e dai bombardamenti, ma mai priva di quella carica di umanità e di amore per la vita. Medesimi saranno i due attori che hanno interpretato la serie tv: Antonio Milo e Adriano Falivene. Una garanzia artistica in equilibrio tra dramma e commedia che sicuramente restituirà al pubblico la gioia di ritornare in platea. La novità è Elisabetta Mirra nel ruolo di Melina, straordinario sguardo sul sacrificio femminile di quell’epoca. Medesimi saranno anche i reparti artistici che mi affiancheranno in questa nuova avventura: chi ha amato i romanzi e la fiction ritroverà la stessa poetica e lo stesso divertimento. A completare la magia ci saranno le musiche di Marco Zurzolo. Aggiungo il piacere e l’orgoglio di collaborare con il teatro Diana, un’istituzione nella storia del teatro napoletano». Appuntamento venerdì alle 20,45. Sabato alle 19 e domenica alle 18.

About author

emanuele ventriglia
emanuele ventriglia 189 posts

Emanuele Ventriglia - Musicista e cantautore, studia la chitarra e canta fin da bambino. Iscritto alla facoltà di Lettere Moderne dell'Università Vanvitelli, ama l’arte e la creatività in tutte le loro forme. Oltre al portare avanti il suo progetto musicale, ha avviato un percorso di formazione di Marketing e Comunicazione.

You might also like

Primo piano

Aggiungi 120 posti a tavola. Pranzo di Natale con L’Aura

(Beatrice Crisci) – Il teatro dell’Istituto Sant’Antida di Caserta diventerà un salone delle feste. Giovedì 22 dicembre alle ore 12 ci saranno centoventi posti a tavola per un Pranzo di

Cultura

La Reggia di Caserta. Ecco dove trascorrere un’estate da re!

(Enzo Battarra) – Il colpo d’occhio è fantastico, la visione suggestiva. Il palco è sontuoso, la buca dell’orchestra una camera dei segreti. E quelle gradinate che si alzano imponenti lungo

Primo piano

Museo Antica Capua, tornano a casa due preziose opere

Luigi Fusco -Dopo quasi 40 anni dal loro trafugamento ritornano a Santa Maria Capua Vetere due preziosissime opere antiche raffiguranti, l’una, Dionisio, del II secolo d.C., e, l’altra, l’imperatore Settimio