“Napoli Spal a Spal Napoli”, Mariniello al Giordani di Caserta

“Napoli Spal a Spal Napoli”, Mariniello al Giordani di Caserta

Brunella Castiello* 

“Napoli-Spal a Spal-Napoli, Oltre 50 anni azzurri”. E’ il titolo del libro di Antonio Mariniello, medico di medicina generale ad Acerra, presentato a fine maggio all’Istituto Francesco Giordani di Caserta di cui è dirigente scolastica la professoressa Antonella Serpico.  Per saperne di più di quest’opera sulla storia del Napoli, abbiamo intervistato l’autore, grande tifoso azzurro.

Tv Giordani - MarinielloCome è nata l’idea di scrivere un libro dedicato al Napoli? «Io non sono uno scrittore, sono solamente un grande tifoso del club azzurro. Sono ormai tantissimi anni che seguo il Napoli al San Paolo, esattamente dal 5 settembre 1965, e siccome mi piace commentare i risultati facendo spesso, dei paragoni con i tempi che furono, consigliato da amici, ho voluto commentare questi importanti momenti della storia del club».

Durante gli anni le sue emozioni riguardante il Napoli sono cambiate? «Il Napoli mi fa piangere di gioia anche adesso a 60 anni, è una cosa che dura da sempre. Oltre che gioia, è in grado di suscitare anche speranza, stupore e soddisfazione».

Tv GiordaniSecondo lei, nel tempo il calcio è cambiato? «Si, il calcio è cambiato perché prima era più un fenomeno che puntava sullo spettatore. Oggi è un fenomeno che riguarda soprattutto il marketing, le televisione e la politica;  però comunque il gioco del calcio resta lo spettacolo più bello che esista».

Il libro che lei ha scritto si può dire che è più emotivo invece che storico? «Più che un libro è una biografia mia in quanto racconto tanti episodi, tanti aneddoti vissuti in prima persona. Per esempio un aneddoto particolare è quando sono andato a pernoIMG_0507 3ttare nella pensione Asso a Firenze, per vedere la partita Fiorentina – Napoli in cui ho pagato 7 mila lire esattamente come nel film “Ricomincio da te” di Massimo Troisi. Un altro aneddoto è quando il Napoli era in ritiro a Baia-Domizia a novembre. Il sabato sera i giocatori andavano al cinema a Sessa Aurunca. Un sabato il pullman non c’era e noi che eravamo lì, lo accompagnammo in hotel. Gianni Improta, giocatore del Napoli, guidò la centoventotto di mio padre fino a Sessa Aurunca. Il giorno dopo nella partita Napoli – Fiorentina, Improta segnò due goal e il Napoli vinse. Allora, visto che i giocatori sono superstiziosi, ogni volta che erano in ritiro lì, Gianni Improta voleva guidare la centoventotto. Quindi, più che una storia è un insieme di emozioni che ha trasmesso il Napoli non solo a me, ma a tutti i veri tifosi».

Cosa prova quando va a presentare ai giovani le sue emozioni? Pensa che anche loro da adulti potrebbero vivere gli stessi sentimenti? «Io spero che da questo libro si possa trarre insegnamento a seguire lo sport indipendentemente dal risultato poiché  anche se vincere è fantastico, partecipare è una cosa sensazionale. Secondo me chi sa perdere poi la vittoria che arriverà diventerà ancora più bella».

 *Redazione Tv Giordani – Itis Francesco Giordani Caserta -Classe IV Ab

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7909 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Settembre al Borgo è arte. I quadri di Roche, le foto di Festa

Claudio Sacco  – In questa 47esima edizione del Settembre al Borgo l’arte diventa coprotagonista insieme con gli spettacoli di musica, i concerti, i recital e la rassegna di scrittura. Due le

Comunicati 0 Comments

Vanvitelli cambia casa, il cinema sotto le stelle del Belvedere

-“Vanvitelli sotto le stelle“, si riparte. La rassegna di cinema all’aperto ideata da Confcommercio Caserta tornerà infatti ad animare anche quest’anno l’estate di chi resta in città. Sei serate di

Primo piano 0 Comments

Mondo pulito. Prima tappa, ripuliti gli antichi sentieri tifatini

Luigi Fusco (ph Antonio Pirro) -Si è svolta con successo, ma anche con tanta fatica, la prima tappa di “Mondo Pulito”, il progetto a tutela del territorio tifatino organizzato dall’associazione

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply