Orange the World. Palazzo Acquaviva si illumina di arancione

Orange the World. Palazzo Acquaviva si illumina di arancione

Redazione

-Nella Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Palazzo Acquaviva sede della Prefettura/Questura si illumina di arancione. Un atto simbolico per ricordare le tante donne che nel mondo subiscono violenza. Non solo fisica, ma anche economica e psicologica. I numeri sono impressionanti. Solo nei primi sei mesi del 2022 le vittime sono state 51. Un numero purtroppo destinato ad aumentare. Nel 2021 sono state 103, nel 2020 invece 101 le vittime per mano di un partner o di un familiare. E nonostante ci siano più denunce la situazione rimane allarmante. Una violenza che ha radici profonde, sociali e culturali, molto complesse che talvolta è difficile riconoscere. In questa giornata tante le iniziative che neanche la pioggia caduta dal pomeriggio è riuscita a fermare. Così il flash mob “Donne, nemmeno con un fiore” organizzato dal Partito Democratico si è svolto sotto il porticato del Comune in ricordo delle vittime di violenza di genere. Sempre nel pomeriggio una delegazione dell’Istituto Giordani con la webtv ha seguito la manifestazione “Orange The World”, l’iniziativa sostenuta dalla Questura di Caserta e promossa dall’Associazione “Soroptimist International Italia”, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Gli studenti del Giordani con il Questore
Flash mob Donne Pd

Le iniziative continueranno anche nei prossimi giorni con incontri, mostre e dibattiti. Eventi che vedranno in molti casi le scuole protagoniste. Così all’Istituto Giordani di Caserta dove alla vigilia del 25 novembre si è tenuto un incontro “Contro la violenza di Genere” per sensibilizzare le giovani generazioni su questa drammatica tematica. Gli Allievi della 3^e 4^ classe del Liceo delle Scienze Applicate, che partecipano al Progetto contro la violenza sulle donne, promosso dalla Commissione regionale per le P.O, guidati dalla referente per le P.O., prof.ssa Maria Cerbone e dalle prof.sse Olimpia Gallicola e Francesca Virgilio, hanno incontrato  la Presidente della Commissione Natalia Sanna nell’aula Magna dell’istituto, Danilo Volpe, penalista del Foro di Napoli, Roberta De Angelis psicologa, Anna Maria Oliviero matrimonialista.

Flash mob donne Pd

Ha moderato l’incontro l’avv. Katia Martini che ha aperto i lavori con l’analisi e la riflessione sulla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle contro donne evidenziando come la conoscenza e l’informazione siano propedeutiche alla sensibilizzazione rispetto al fenomeno affrontato nella mattinata. Stefano Ferrara e Martina Bleve della 3Asa, hanno presentato un brano tratto da “Leggere Lolita a Teheran” di Azar Nafasi, da cui è nata una riflessione sull’importanza della libertà che per noi appare scontata, ma che in alcuni paesi è ancora lontana. Ha preso la parola il professore Pietro Lagnese che ha ricordato la recente protesta della nazionale tedesca, all’esordio al Mondiale contro il Giappone, che, nella foto di gruppo ha manifestato la propria contrarietà nei confronti della decisione della Fifa di vietare le fascia arcobaleno con la scritta “One Love”.

A seguire l’intervento dell’avvocato Volpe che ha illustrato il percorso delle vittime di violenza tra denuncia e condanna, sottolineando la necessità di rafforzare tutto l’impianto del sistema delle tutele con una corretta applicazione, e l’importanza della sensibilizzazione tra i giovani e nelle scuole al tema della violenza di genere.

Gli allievi si sono esibiti in una serie di perfomance: dalla presentazione di un video, che è stato molto apprezzato dai relatori, realizzato dalla 4Asa, nel quale sono state evidenziate  le molteplici sfaccettature della violenza  e sua penetrazione in vari ambiti della nostra quotidianità, al racconto della vita di Alda Merini , spesso vittima di un marito violento, e di cui è stata recitata la  celebre poesia “A tutte le donne”.

La dott.ssa Roberta de Angelis ha illustrato il fenomeno della Teen Dating Violence, ovvero la violenza nelle relazioni tra adolescenti, suggerendo come imparare a riconoscere partners che potrebbero rivelarsi pericolosi. L’avv. Anna Maria Oliviero ha sottolineato l’importanza del supporto alle vittime, anche dal punto di vista economico, per evitare che, a causa della dipendenza economica, le donne possano ritornare dai loro aguzzini con la falsa speranza di assicurare un futuro ai figli. Ha chiuso l’incontro Fabrizia Spiezia della 3ASA che ha cantato, accompagnandosi con la chitarra, “Vietato morire” di Ermal Metal.

I relatori si sono complimentati con la Dirigente Scolastica per l’impegno e la partecipazione interessata degli allievi che hanno posto numerose domande.

About author

You might also like

Cultura

Alto Casertano, ecco i tre giorni della CreAzione… festival

(Redazione) – Il documentario e il corto di fiction sono in fase di realizzazione, intanto proseguono gli eventi del ricco cartellone di CreAzione Festival, la rassegna della produzione cinematografica d’autore

Primo piano

Parole e musica, a Caserta l’omaggio totale a Franco Battiato

Angela Mallardo -Il violento nubifragio che si è abbattuto ieri sera sul casertano non ha fermato i cultori della buona musica accorsi a celebrare l’”Omaggio a Franco Battiato” nel quarantennale

Cultura

Libri in Redazione: “La modernizzazione di Terra di Lavoro”

Maria Beatrice Crisci – Libri in Redazione consiglia il volume: “La modernizzazione di Terra di Lavoro 1957-1973 – Rubentino Università di Paola Broccoli. Il volume analizza la modernizzazione della provincia