Ospedale Caserta, chirurgia mininvasiva alla valvola cardiaca

Ospedale Caserta, chirurgia mininvasiva alla valvola cardiaca

La chirurgia mininvasiva riprende a essere l’approccio privilegiato per gli interventi al cuore nell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta. Il dottore Andrea Montalto, neo Direttore dell’Unità operativa complessa di Cardiochirurgia dal mese di giugno 2021, coadiuvato dalla sua équipe, ha eseguito con successo un intervento, in minitoracotomia destra, di sostituzione della valvola mitrale in una paziente di 69 anni. La minitoracotomia è una procedura che consente di trattare le patologie valvolari accedendo al cuore attraverso una piccola incisione laterale destra di circa 6-7 cm a livello dello spazio intercostale. Una rivoluzione, quindi, rispetto alla cardiochirurgia tradizionale, che comporta, invece, la sternotomia mediana e l’apertura completa del torace.

“Il ricorso a questa tecnica mininvasiva – sottolinea il dott. Montalto – aiuta a preservare la biointegrità del paziente, offrendogli numerosi vantaggi. Il trauma toracico è ridotto. Le complicanze post operatorie sono inferiori. Il recupero clinico e funzionale è molto più rapido e molto meno doloroso. Da non trascurare -aggiunge lo specialista- il vantaggio di natura estetica, con ricaduta positiva a livello psicologico. L’incisione, infatti, è piccola. La cicatrice è irrisoria rispetto a quella lunga, marcata e visibile, procurata dalla metodica chirurgica tradizionale”.

L’operazione effettuata rientra nel piano di rilancio e potenziamento degli interventi cardiochirurgici mininvasivi, in cui l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, diretta da Gaetano Gubitosa, sta fortemente credendo. L’obiettivo è di offrire ai malati cardiaci, che necessitano di soluzione chirurgica, la migliore risposta terapeutica possibile, in linea con i progressi tecnico-scientifici raggiunti nel settore.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8724 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

La coscienza europea dei cittadini, prende il via il progetto

-Domani 13 aprile, dalle ore 9.45 alle ore 13, in Piazza del Sorriso a Santa Maria Capua Vetere si svolgerà la prima azione prevista dal progetto “La coscienza europea dei

Attualità 0 Comments

Campania, zero contagi. Le nuove aperture decise da De Luca

A decorrere da oggi e fino al 31 luglio 2020 è consentita la ripresa delle seguenti attività: guide turistiche e rifugi montani, con osservanza del protocollo. Aree gioco per bambini

Primo piano 0 Comments

Pianeta carcere, si presenta il report del garante Ciambriello

Claudio Sacco – Il presidente del Consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero e il garante campano delle persone private della libertà Samuele Ciambriello terranno domani mercoledì 9 dicembre alle 11

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply