Parco Archeologico di Pompei, nuove aperture per i visitatori

Parco Archeologico di Pompei, nuove aperture per i visitatori

Luigi Fusco

-Si amplia l’offerta di visita al Parco Archeologico di Pompei. Sono stati, difatti, inaugurati lungo via di Castricio la Casa di Cerere e l’esposizione dello scheletro di un cavallo.  A seguito degli interventi di restauro che hanno riguardato gli elementi decorativi, comprensivi dei mosaici e degli affreschi del primo stile, è stata finalmente aperta l’abitazione intitolata alla dea della fertilità e della terra, la cui struttura necessitava, da tempo, anche di poderosi lavori di ripristino delle coperture e di risistemazione del giardino con la coltivazione di cereali, orzo, grano tenero e altre specie vegetali ispirate al culto di Cerere, il cui busto in terracotta era conservato al suo interno, in una sala destinata forse al culto domestico.

La stessa domus è stata, inoltre, investita da un vero e proprio piano di valorizzazione e miglioramento del percorso di fruizione che prevede l’illuminazione dell’impianto decorativo, la realizzazione di una passerella di collegamento tra l’atrio e il giardino e l’esposizione, in apposite teche, di reperti ritrovati al suo interno. Sempre su via di Castricio, in un vano posto di fronte, i visitatori avranno la possibilità di ammirare lo scheletro di un equide rinvenuto, nel 1938, dall’archeologo Amedeo Maiuri.  Anche il cavallo è stato oggetto di interventi di restauro ed è stato altresì interessato da un progetto di valorizzazione rivolto alla creazione di un allestimento che garantisse sia una sua maggiore tutela che una sua più appropriata ricostruzione filologica inerente soprattutto alla definizione della posizione originaria assunta al momento del decesso avvenuto con l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1087 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

Ospedale Caserta. Malati oncologici e fragili si lavora a pieno regime

(Comunicato stampa) -In questo periodo di recrudescenza di covid e influenza stagionale, nell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta sta funzionando a

Comunicati

Appia Day, la due giorni alla scoperta del patrimonio culturale

– Domenica 11 e domenica 18 ottobre 2020, in occasione di Appia Day, la Direzione regionale Musei Campania nell’ambito del progetto “Appia Felix”, con le massime precauzioni per contenere la

Arte

Gli Spagnoli a Napoli, la mostra sul Rinascimento meridionale

Luigi Fusco -Gli Spagnoli a Napoli. Il Rinascimento meridionale, è il titolo della mostra inaugurata lunedì 13 marzo alMuseo di Capodimonte a Napoli. Gli storici dell’arte Riccardo Naldi, dell’università “L’Orientale”