Pepe in Grani. Metti, una sera a cena la “pinsa conciata”

Pepe in Grani. Metti, una sera a cena la “pinsa conciata”

(Enzo Battarra) – Il conciato romano è un’eccellenza, ma ancor più una delizia del territorio casertano. Com’è scritto sul sito dell’azienda Le Campestre di Manuel Lombardi “non è solo un formaggio ma una vera esperienza antropologica”. Su questo formidabile ingrediente da circa cinque anni quel genio di Franco Pepe ha inventato la sua pizza dessert, la “pinsa conciata del ‘500” con lardo di maiale nero e confettura di fichi bianchi.

img_0795

Ieri sera da Pepe in Grani a Caiazzo si è riunito un gruppo di gastronomi e gastronauti campani, con presenze anche di altri territori nazionali e l’aggiunta di qualche ospite straniero. Ebbene, al centro della serata proprio la “pinsa conciata”, per festeggiare un lustro di storia e soprattutto per celebrare quello che fu un incontro fatale, tra Franco Pepe e lo chef bistellato Alfonso Iaccarino. Proprio il patron del mitico ristorante Don Alfonso 1890 è stato il protagonista della cena degustazione a Caiazzo, insieme con la signora Livia. In realtà un lustro fa nel mitico locale di Sant’Agata sui Due Golfi la ricetta della “pinsa conciata” fu modificata, sostituendo le pere con i fichi bianchi. E da allora sono stati anni di successo ed è uno dei piatti forti di Pepe in Grani.

Nell’accogliente sala al primo piano, impreziosita dall’esposizione di una splendida fotografia di Damiano Errico, una maternità dai chiari accenti pittorici e surreali, Franco Pepe ha invitato alla “cena di compleanno” i suoi amici più consolidati, vecchi e nuovi. Qui si è tenuta la degustazione di alcune pizze-prelibatezze specialità del locale. A fare da padrone di casa per una sera anche Manuel Lombardi, la cui famiglia ha saputo rilanciare il conciato romano. Ai tavoli la coppia Peppe Mancini e Manuela Piancastelli, titolari dell’azienda enologica Terre del Principe, i cui vini sono stati apprezzati nel corso della serata, la giornalista di gastronomia Laura Gambacorta, il direttore del Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Pier Maria Saccani, lo chef stellato Giuseppe Iannotti del ristorante Krèsios di Telese, il casaro Mimmo La Vecchia, altri tecnici e imprenditori del settore, ma anche il direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori.

Il trionfo della “pinsa conciata” è avvenuto sul belvedere di Pepe in Grani, la suggestiva terrazza che guarda la valle. Qui si è celebrata la fantastica pizza accompagnata dal Ficocella, un cocktail inventato e preparato di persona per l’occasione dal bartender Roberto Pellegrini, proprio il padre di Federica.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Fondo di rotazione per la progettazione. A presentare il seminario Lucia Esposito

(Beatrice Crisci) – La Regione Campania fornisce una grande opportunità ai comuni per una nuova e più efficace capacità progettuale. Lunedì primo agosto è in programma il seminario tecnico su

Primo piano 0 Comments

Daniela Morante, un’opera racconta la sua storia. Alla Dirarte

Regina della Torre – Sabato 9 giugno, è Daniela Morante la protagonista alle ore 20 del secondo incontro di My Work Tells My Story, ovvero Mi racconto in un’opera. Il ciclo di sette

Economia 0 Comments

Made in Italy, nasce a Napoli una community nazionale

Antimo Cesaro, sottosegretario al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Pierluigi Manzione, portavoce del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Unità A.T. Sogesid, Marta

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply