Politiche sociali. Firmata la convenzione per l’Ambito C1

Politiche sociali. Firmata la convenzione per l’Ambito C1

Al Comune di Caserta è stata sottoscritta la nuova convenzione ex art. 30 del Testo Unico degli Enti Locali finalizzata alla gestione associata dei servizi sociali e socio-sanitari da parte dei Comuni dell’Ambito C1. In questa occasione il Comune di Caserta è stato confermato capofila dell’ambito socio-territoriale, che comprende anche i Comuni di San Nicola La Strada, Casagiove e Castel Morrone e quindi un bacino di utenza di circa 117mila abitanti. Il Comune di Caserta, proprio in qualità di capofila, ha la rappresentanza giuridica dell’Ambito ed ha il compito di gestire tutti i procedimenti tecnici e amministrativi necessari all’attuazione del Piano Sociale di Zona, che è il principale strumento di programmazione sociale dei Comuni associati in ambito.

La normativa nazionale e regionale attribuisce ai Comuni la titolarità delle funzioni amministrative concernenti gli interventi sociali, svolti a livello locale, concorrendo alla programmazione regionale. Tali funzioni sono esercitate dai Comuni a livello di ambito territoriale. Tra le finalità della gestione associata dei servizi sociali, prevista dalla convenzione sottoscritta ieri, ci sono quella di incrementare la qualità degli interventi sociali in favore dei destinatari e di realizzare di concerto con l’Asl la piena integrazione dei servizi sociali comunali e socio-sanitari dell’Asl stessa, anche al fine di qualificare la spesa sociale attivando risorse finanziarie nell’ambito della progettazione regionale, nazionale ed europea.

“Quello di oggi – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – è un passo importante. Con questa convenzione viene effettuato un significativo passaggio per aggiornare gli assetti istituzionali dei Comuni dell’Ambito C1, rendendoli più funzionali rispetto alle risposte che quotidianamente bisogna dare ai cittadini nel campo della protezione sociale”.

Fonte. Comunicato stampa

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8699 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Teatro Garibaldi, dal Commissario Ricciardi alla new season

-Appena concluse le riprese della seconda serie del Commissario Ricciardi, il Teatro Garibaldi è pronto ad accogliere la nuova stagione teatrale.“Tante commedie per rispondere con un sorriso al momento storico

Miss Italia. Tappa a Maddaloni per la seconda finale regionale

Pietro Battarra ph Toni Romagnoli  – C’è molta attesa a Maddaloni per l’arrivo della carrovana di Miss Italia. L’appuntamento è per domani 21 luglio. Nella cittadina alle porte di Caserta

Primo piano 0 Comments

Ciak, si gira! La città del Foro ospita il commissario Ricciardi

Emanuele Ventriglia – Continuano a Santa Maria Capua Vetere le riprese della serie televisiva prodotta dalla Rai «Il Commissario Ricciardi 2». Per la seconda stagione della fiction, infatti, sono state

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply