Premio Bianca d’Aponte, iscrizioni aperte fino al 30 aprile

Premio Bianca d’Aponte, iscrizioni aperte fino al 30 aprile

Luigi Fusco

-Sono ancora aperte le iscrizioni per la 17esima edizione del “Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa”. C’è tempo fino al 30 aprile prossimo per poter aderire all’unico contest in Italia riservato alle cantautrici.

L’edizione di quest’anno è stata promossa nonostante non sia stata celebrata la finale della 16esima rassegna, prevista lo scoro ottobre. Per quanto riguarda il nuovo bando di concorso, sarà possibile consultarlo sul sito www.premiobiancadaponte.it, insieme alla scheda di iscrizione. La partecipazione alla competizione è gratuita, mentre le finali si svolgeranno al Teatro Cimarosa il 22 e 23 ottobre prossimi.

Le finaliste del Premio 2021 verranno selezionate dal Comitato di Garanzia, composto da cantanti, autori e compositori, ma anche da operatori del settore, giornalisti e critici musicali.

Alla vincitrice verrà attribuita una borsa di studio di 1000.00 euro, mentre per il Premio della Critica “Fausto Mesollela” verrà stanziato un assegno di euro 800.00. I riconoscimenti della giuria andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. Tanti altri saranno, poi, i riconoscimenti che verranno assegnati da singoli membri della giuria o da enti e associazioni vicini al “d’Aponte”.

La rassegna si avvale della direzione artistica di Ferruccio Spinetti e ogni anno vengono invitate cantautrici famose per assumere il ruolo di madrina. Per la 16esima edizione era stata individuata la cantante Arisa.

In occasione della presentazione del bando è stato lanciato anche il video-manifesto “L’artista incontra sé stesso” sulla chiusura dei teatri ed avente per colonna sonora il brano “Cantico dei Matti” di Bianca D’Aponte, cantautrice campana prematuramente scomparsa nel 2003, già interpretato da Brunella Selo e Fausto Mesolella.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 272 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Bottarte Tharumbò, la loro musica popolare premiata a Fondi

Claudio Sacco  – Un’estate ricca di soddisfazioni ha reso onore al team artistico e musicale dei Bottarte Tharumbó. Dopo la suggestiva performance nella cornice storica di Casertavecchia per la rassegna

Primo piano 0 Comments

L’albicocca: la frutta dell’estate per un pieno di benessere

Maria Beatrice Crisci -E’ sicuramente il frutto dell’estate. Parliamo dell’albicocca. «Il suo bellissimo colore – spiega il professore Marcellino Monda – è dato dalla presenza di una significativa quantità di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply