Premio don Diana, una menzione speciale alla Lipu di Caserta

Premio don Diana, una menzione speciale alla Lipu di Caserta

-L’impegno ventennale della Lipu per la tutela della natura e la legalità delle vasche delle Soglitelle, nel casertano, ha ottenuto la Menzione speciale del Premio nazionale Don Peppe Diana, intitolato al sacerdote vittima innocente della camorra.

La consegna del riconoscimento avverrà domani domenica 4 luglio a Casal di Principe, presso la sede del Comitato Don Peppe Diana, nell’ambito della 14esima edizione del Festival dell’impegno civile e sarà ritirato per conto della Lipu di Caserta dal coordinatore delle guardie Lipu di Caserta Maurizio Paolella e il delegato della Lipu di Caserta Matteo Palmisani.

La Menzione speciale alla Lipu, si legge nella motivazione, è stata attribuita “Per lo straordinario lavoro di presidio e di recupero portato avanti nell’ oasi delle Soglitelle, luogo simbolo della lotta contro il bracconaggio.  Con impegno e passione, nello svolgimento attento e costante di attività di monitoraggio e valorizzazione, hanno trasformato un’area per anni deturpata dalla camorra in una terra di rinascita. Per il merito di aver recuperato e protetto la biodiversità, affermando speranza e bellezza”.

Fino a pochi anni fa, infatti, nelle vasche delle Soglitelle veniva praticato un feroce bracconaggio a specie protette: dai bunker realizzati ai bordi delle vasche artificiali, e gestiti dalla criminalità organizzata, si sparava a marzaiole, morette, codoni, aironi, falchi e cavalieri d’Italia. La svolta inizia a fine anni Novanta con le operazioni condotte dall’ex ministro dell’ambiente Sergio Costa, allora funzionario del Corpo forestale, e proseguita nel 2005 dai Carabinieri Tutela dell’Ambiente, coordinati da Ultimo, con i volontari della Lipu grazie all’operazione Volo libero, in seguito alla quale i 100 ettari delle vasche vengono sequestrati dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e affidate in custodia giudiziaria al ministero dell’Ambiente.

Dopo aver raccolto 10mila firme, la Lipu chiese di proteggere le Soglitelle come riserva naturale: la Regione Campania raccolse l’invito e inserì nel 2006 le Soglitelle nell’area protetta di Foce Volturno, Costa di Licola e Lago di Falciano. Con i fondi ed il sostegno del ministero dell’Ambiente il “cuore” della riserva venne recintato e nacque un centro visite con strutture per la fruizione. Fu il primo, decisivo passo per restituire il territorio alla collettività.

Dal 2019 le Soglitelle, frequentata, tra le altre specie, da fenicotteri, volpoche, cavalieri d’Italia, chiurli, albanelle e falchi di palude approdano a un decisivo rilancio con il progetto Volo libero, finanziato dalla Fondazione con il Sud e in parte dall’Ente riserve Foce Volturno, Costa di Licola e Lago di Falciano (presieduto da Giovanni Sabatino) che, oltre alla Lipu, risulta partner del progetto unitamente al Comune di Villa Literno, il Consorzio Agrorinasce, i Carabinieri forestali e l’Igf (Istituto di gestione della fauna), che ne è anche capofila.

Il progetto sta restituendo l’area alla collettività, aprendo le porte a visite guidate e mettendo a disposizione capanni per l’osservazione degli uccelli, nonché proponendo lezioni di birdwatching e laboratori per le scuole, ed effettuando interventi di ricerca scientifica sulla biodiversità a cura della Stazione di Monitoraggio Fauna Variconi e Soglitelle dell’Istituto Gestione Fauna. I volontari sono coinvolti anche in attività di pulizia e manutenzione dell’area nonché nella vigilanza coordinata dai Carabinieri Forestali secondo un modello di sicurezza ambientale partecipata.

“Siamo orgogliosi di questo importante riconoscimento, che premia un duro lavoro, ormai ventennale, dei nostri volontari della Campania insieme alle Forze dell’Ordine – dichiara Aldo Verner, presidente della Lipu-BirdLife Italia – La rinascita e il rilancio definitivo di questo fondamentale crocevia per gli uccelli migratori sta procedendo molto bene ora grazie al progetto Volo libero, per il quale ringraziamo la Fondazione con il sud e tutti gli enti coinvolti e impegnati nella tutela, nello studio scientifico, per la legalità e per incrementare la fruizione pubblica di questi luoghi così affascinanti e ricchi di biodiversità”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7290 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Week end teatrale al Piccolo teatro Cts di Caserta

Il Piccolo Teatro Cts di via Louis Pasteur 6 a Caserta (zona Centurano) anche per questa settimana ripropone tre giorni di spettacoli. Precisamente per venerdì 18 novembre alle ore 21

Primo piano 0 Comments

Natale con il PanArchico, lo firma Sparaco di Castel Morrone

Regina Della Torre – È stato un anno importante, ricco di avvenimenti per la pasticceria Sparaco di Castel Morrone in provincia di Caserta, che ha spento trenta candeline lo scorso

Saligia. Alla Reggia di Caserta la personale di Andrea Chisesi

Maria Beatrice Crisci  – Si inaugura giovedì 4 luglio alle ore 20,30 alla Reggia di Caserta la mostra personale di Andrea Chisesi dal titolo «Saligia», a cura di Marcella Damigella.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply