Progetto Sogis, a Caiazzo giovani impegnati per fini sociali

Progetto Sogis, a Caiazzo giovani impegnati per fini sociali

Emanuele Ventriglia

-Per il mese di marzo la città di Caiazzo ha ospitato otto ragazze tra i 18 e i 30 anni, provenienti dalla Tunisia e dalla Lettonia, che hanno partecipato al progetto Sogis (Solidarity Garden for an Inclusive Society). L’iniziativa è stata promossa da «Corpi Europei di Solidarietà» e ha come obiettivo quello di recuperare luoghi pubblici a fini sociali. Alle ragazze si sono uniti 16 giovani italiani, che insieme a loro hanno avuto l’opportunità di impegnarsi concretamente nel recupero e nell’abbellimento di luoghi cittadini, dove hanno dato libero sfogo alla propria creatività e messo il proprio talento a servizio della comunità. 

L’associazione Pro Loco «Nino Marcuccio» ha coordinato il progetto, in collaborazione con l’associazione giovanile Arda Kaiatia, l’Associazione AIDP di Caserta e con il patrocinio del comune di Caiazzo. Negli ultimi giorni del mese, saranno presentati i risultati del progetto. 

Il 25 marzo dalle ore 10,30 presso il parco Santo Stefano, si terrà «Le mie emozioni a colori e i tuoi giochi d’infanzia». Qui verranno presentati «il giardino e l’orto sociale, il murale dal titolo «The eye of Caiazzo» e la suggestiva «Scala della pace. Questa attività vedrà la partecipazione dei ragazzi del progetto Sogis e di una rappresentanza di alunni della scuola primaria di Caiazzo centro.

Il 27 marzo alle ore 10.30, presso i campetti di via M. Mirto, si terrà «Lo sport: la visione che ci unisce». In questo luogo, in cui è stato ravvivato il campetto di calcetto a tre, si svolgerà un’attività sportiva che coinvolgerà i partecipanti del progetto Sogis, una rappresentanza delle Associazioni sportive STAP BAK e CSI Caiazzo e tutti coloro che vorranno partecipare. 

Il 28 marzo alle ore 10 presso l’Associazione AIDP Caserta saranno presentate le attività realizzate durante il progetto e ci sarà la consegna dei Younth Pass ai partecipanti. Alle ore 18 presso il Teatro Jovinelli di Palazzo Mazziotti sarà possibile ascoltare i volontari partecipanti, che racconteranno la loro esperienza.

About author

emanuele ventriglia
emanuele ventriglia 163 posts

Emanuele Ventriglia - Musicista e cantautore, studia la chitarra e canta fin da bambino. Iscritto alla facoltà di Lettere Moderne dell'Università Vanvitelli, ama l’arte e la creatività in tutte le loro forme. Oltre al portare avanti il suo progetto musicale, ha avviato un percorso di formazione di Marketing e Comunicazione.

You might also like

Cultura

Book & tè: libri, confronto e divertimento

(Mario Caldara) – I dati recenti sulla lettura in Italia non sono granché positivi. Se si tiene conto del solo mezzogiorno, la situazione non è esaltante. I dati Istat rivelano

Cultura

Derive in Terre Blu, Franco Arminio porta gli Studi sull’amore

Maria Beatrice Crisci -A Terre Blu arriva un protagonista d’eccezione, Franco Arminio. Appuntamento mercoledì 20 aprile alle ore 18 nella sede di via San Nicola 27 a Caserta. L’incontro con

Primo piano

Scuole e transizione ecologica, il Comune di Caserta è smart

– L’ultima seduta della Giunta comunale, presieduta dal sindaco Carlo Marino, è stata quasi interamente dedicata ai progetti presentati nell’ambito della programmazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Due