Prosit 1990, il pranzo della domenica a due passi dalla Reggia

Prosit 1990, il pranzo della domenica a due passi dalla Reggia

Maria Beatrice Crisci

– Se una domenica d’autunno un viaggiatore volesse trovare al riparo della Reggia di Caserta un ristorante dove poter pranzare in maniera sontuosa, non ha che da fare pochi passi e addentrarsi nel quadrilatero della cultura casertana. È questo il quartiere della Santella, un nome che nasce da una cattiva pronuncia di Sant’Elena. Qui è sedimentata la storia di Caserta, ma anche il suo folklore religioso e al tempo stesso le ricerche più innovative nel campo dell’arte. E ora, tra decine di cocktail bar, l’antico Villaggio Torre si apre anche alla gastronomia di qualità. Ha trovato qui sede da qualche anno un ristorante che è storia della cucina in Terra di Lavoro. È Prosit 1990, a condurlo il gastronomo Giuseppe Russo, il figlio Emiliano e sua moglie Annangela Cipriano.

Il racconto del pranzo domenicale è davvero un viaggio nei sapori e nei colori dell’autunno. L’antipasto ha i colori e gli odori della tartare di fassona con funghi e tartufi. I ravioli cacio e pepe ospitano il peperone deacidificato, il tutto ricoperto da un crumble di patate e innevato di polvere di olive. La faraona ripiena è sontuosa, serba in sé tartufo e porcino e si accompagna con gli stessi funghi che le fanno da contorno. La conclusione, oggi, nella giornata di Halloween, vigilia di Ognissanti, ha il sapore del torrone dei morti, ma è molto, molto più raffinato. Ecco in tavola la crema di torroncino! C’è tempo solo per degustare un amaro di erbe intriso di peperoncino piccante. Basta così. Si lascia la tavola con un convinto arrivederci!

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8558 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

A Caserta Elena Gagarina, figlia del celebre Yuri

(Claudio Sacco) – Ospite d’eccezione domani a Caserta. Arriva, infatti, la direttrice dei Musei del Cremlino di Mosca, Elena Gagarina, figlia del celebre cosmonauta sovietico, Yuri. Il primo appuntamento della

Primo piano 0 Comments

D’Orsi / Pagliaro, doppia mostra personale al Museo Calatia

-Apre i battenti  sabato 21 maggio alle ore 18 nella splendida sala del Museo Archeologico Calatia di Maddaloni  la doppia mostra personale di Silvano D’Orsi e Roberto Pagliaro dal titolo “La

Primo piano 0 Comments

L’Università orienta al lavoro, il Coaching tour della Vanvitelli

Claudio Sacco -Si scrive «coaching tour» e si legge orientamento al lavoro. L’iniziativa è dell’Università Vanvitelli. Gli incontri saranno online e prenderanno il via mercoledì. Quindi, martedì 24 e venerdì

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply