Puglianello, il ritorno di Angelo Casciello. Grande mostra a Casa Marchitto

Puglianello, il ritorno di Angelo Casciello. Grande mostra a Casa Marchitto

(Enzo Battarra) –  Torna Angelo Casciello a Puglianello, il piccolo centro sannita capace di mostrare una straordinaria attenzione per l’arte contemporanea, torna dove ha già realizzato nel 1999 una grande scultura posta al centro della piazza antistante al Municipio, dal titolo evocativo “Un fiore per Puglianello”.

Ora l’affermato scultore e pittore campano, tra i più significativi interpreti del dibattito artistico nazionale degli ultimi decenni, inaugura questa sera alle ore 20,30 un’ampia mostra personale nell’ambito dell’apertura al pubblico di Casa Marchitto. L’esposizione è curata dagli storici e critici d’arte Massimo Bignardi e Ferdinando Creta. Proprio quest’ultimo, originario di Puglianello, è il vero motore di tale iniziativa e di tante altre tese a proporre il Comune all’attenzione di turisti e viaggiatori sia per gli aspetti artistici, culturali e paesaggistici sia per le eccellenze enogastronomiche del territorio.

La mostra pone l’attenzione sulla valenza che il segno assume nell’opera di Casciello, un segno forte, inconfondibile, sicuro, che ha portato l’artista ad avere importanti riconoscimenti internazionali, non ultime le partecipazioni alla Biennale di Venezia negli anni 1986, 2006 e 2011 e all’XI Quadriennale di Roma nel 1986.

                                                                             Orfeo, DSC_0659

Particolarmente suggestiva la sede che ospiterà la personale. Casa Marchitto è situata alle spalle del castello baronale, nel centro storico di Puglianello. Già di proprietà dell’Ordine dei Frati Minori di Benevento, fu acquistata qualche anno fa dal Comune di Puglianello e recentemente restaurata. La struttura ottocentesca, al centro di un nocelleto di circa 4000 metri quadri, si eleva su due piani e un terzo nel corpo centrale.

L’allestimento della mostra segue l’articolazione degli spazi posti al primo livello che, dalle sale destinate a ospitare convegni, si proietta verso la grande terrazza che chiude il piano. Sulle pareti ben ventisette dipinti su carta, realizzati da Casciello nell’arco di tempo che va dal 1993 a oggi. Tra queste opere figurano “Dialoghi interrotti”, “Gli specchi di Narciso”, “Il canto degli esuli” e l’eccezionale “Orfeo”. Sulla terrazza trova posto “L’arpa”, una scultura in ferro dipinto del 2007. A precedere il percorso espositivo, due grandi sculture, “Vestale di Luna” e “Il luogo del silenzio”, entrambe del 1993, poste all’esterno del complesso architettonico.

@EnzoBattarra

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9768 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Frida Kahlo, al Pan la mostra dedicata all’artista messicana

Luigi Fusco -Riapre il PAN, il Palazzo delle Arti di Napoli, con un grande evento espositivo dedicato all’artista messicana Frida Kahlo. Prodotta da Next Exhibition, con il patrocinio dell’Ambasciata del

Primo piano

Antonello Rossi, nel suo ricordo nasce il Caserta Jazz Festival

Claudio Sacco – L’appuntamento è da domani 7 settembre e fino all’11. Il Caserta Jazz Festival in Piazza Matteotti proporrà quattro serate di musica, ma non solo. “Il cordone ombelicale

Spettacolo

Laboratorio di teatro, il Manzoni al don Bosco con l’Aiace. Un successo!

Maria Beatrice Crisci -«Il Laboratorio del Teatro Classico è mirabilmente tornato in scena. Un’esperienza magica. Cultura, Istruzione, Educazione, Ricerca ed Innovazione che non dimenticano mai la Tradizione Classica si incrociano,