Reggia. Teatro di Corte, tre giorni di apertura straordinaria

Reggia. Teatro di Corte, tre giorni di apertura straordinaria

Claudio Sacco

-Apre il Teatro di Corte della Reggia di Caserta. Da giovedì 22 a sabato 24 ottobre, i visitatori della di Palazzo Reale potranno godere nuovamente delle suggestioni del il gioiello vanvitelliano. I prossimi 22, 23 e 24 ottobre sarà possibile visitare il Teatro di Corte dalle 9.30 alle 18.30. In considerazione della dimensione degli ambienti, nel rispetto delle misure anti Covid, l’accesso sarà consentito a gruppi di massimo 5 persone in base a turni di circa 15 minuti. Sarà permesso un breve stazionamento sul palco reale e in platea. L’attesa del proprio turno avverrà nel cortile adiacente all’ingresso del Teatro di Corte. Durante tutta la visita sarà obbligatorio indossare la mascherina e mantenere il distanziamento fisico di almeno un metro. Non è consentito toccare opere, arredi e suppellettili. La visita al Teatro di Corte è inclusa nel titolo di accesso al percorso museale degli Appartamenti Reali. I biglietti sono acquistabili esclusivamente online sulla piattaforma TicketOne o collegandosi al link  https://bit.ly/prenotazioniReggiadiCaserta​ ​La bigliettazione in sede è sospesa.​Il Teatro di Corte, progettato da Luigi Vanvitelli, fu inaugurato nel gennaio del 1769 dalla coppia reale, Ferdinando e Maria Carolina. Si trova al pian terreno, al centro del lato occidentale del Palazzo. Nel suo progetto originario, Luigi Vanvitelli aveva previsto un edificio isolato, che avrebbe potuto accogliere un vasto pubblico, ma Carlo di Borbone preferì un teatro ad esclusivo uso della corte. Lo spazio interno è scandito da colonne in alabastro abbinate a pilastri di breccia rossa, sormontati da capitelli dorati. L’affresco della volta, contornato dalle nove muse, raffigura Apollo che calpesta il pitone, simbolo del vizio, ed è opera di Crescenzo La Gamba (1749-1783). Il palcoscenico è affiancato dalle statue di Orfeo e Anfione.​Per scoprire la bellezza del Teatro di Corte della Reggia di Caserta, ascolta i nostri podcast    https://spoti.fi/3k5NVHg  .

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7806 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Piastra operatoria e radioterapia, cresce l’Ospedale di Caserta

Claudio Sacco – È ufficiale. L’ospedale di Caserta crescerà anche sotto il profilo volumetrico. L’attuale Direzione Strategica, pur avendo ereditato un nosocomio con grosse criticità, sta procedendo speditamente in un’azione di

Museo in rosa, le dolci madri di Delugan tra le matres di Capua

Luigi Fusco – Verrà inaugurata sabato 22 maggio, alle 10.30, presso il Museo Provinciale Campano di Capua, la mostra “Le Madri di Delugan” dell’artista Gustavo Delugan. In esposizione presso le

Attualità 0 Comments

Giornata mondiale degli infermieri, i supereroi secondo Bansky

Maria Beatrice Crisci – Oggi 12 maggio è la giornata internazionale dell’infermiere. Una ricorrenza celebrata in tutto il mondo con lo scopo di valorizzare il contributo degli infermieri nella società.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply