San Lorenzo day, Casolla si prepara in preghiera alla festività

San Lorenzo day, Casolla si prepara in preghiera alla festività

Luigi Fusco ph Francesco Funaro

-Fervono gli appuntamenti liturgici e i preparativi a Casolla di Caserta per le celebrazioni in onore del patrono San Lorenzo Martire previste, il 10 agosto, presso la locale Chiesa Parrocchiale.
Manca poco, difatti, al dies natalis del giovane diacono Lorenzo, a cui sono dedicati culti e consuetudini secolari legati, soprattutto, alla devozione popolare e alla rievocazione del suo martirio avvenuto su di una graticola ardente.
Accorato è, intanto, il messaggio di don Nicola Lombardi, arciprete di Casolla-Piedimonte di Casolla e Mezzano, manifestato attraverso la pagina ufficiale di Facebook della propria parrocchia e rivolto ai casollesi, invitandoli alla partecipazione del novenario di preghiera dedicato al santo patrono.
Ricordando che “fino al 10 agosto, giorno della Festa, [i fedeli si ritroveranno] in chiesa a pregare insieme il Signore guardando l’esempio di Lorenzo, testimone di Cristo e invocando la sua potente intercessione”.
Tutti i giorni, alle 18.30, vi saranno il Santo Rosario Laurenziano e il canto dell’inno, mentre alle 19.00 la Santa Messa.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 377 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Attualità 0 Comments

Pista libera, volontari al lavoro. Piccoli Boys crescono

(Redazione) – “Pulizia fatta!”. Così è intervenuto con un post su Facebook Rosario Rondinone, il patron del Bar Boys di Caserta. È stato lui che, insieme con un gruppo di

Primo piano 0 Comments

Caserta. Il cavaliere dalla triste figura al Teatro Civico 14

Marco Cutillo – Viene chiamato “dalla triste figura”, ma ha un fascino irresistibile. Di chi si parla? Ma di Don Chisciotte naturalmente! Forse sarà per l’innato magnetismo, forse per il

Primo piano 0 Comments

Napoli. “Luce – l’immaginario italiano” a San Domenico

Mario Caldara – Dagli anni ’20 a oggi ne è passata di acqua sotto i ponti. L’Italia e Napoli hanno attraversato diversi periodi, e i differenti eventi che hanno investito

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply