Scrivere di cibo. Talks e laboratori a Città della Scienza

Scrivere di cibo. Talks e laboratori a Città della Scienza

(Luigi D’Ambra) – Il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” fa tappa a Città della Scienza per la rassegna Scrivere di Cibo dal 24 al 26 marzo prossimo. Ogni ambito culturale, da quello archeologico a quello letterario e storico artistico, è in qualche modo interessato alle tematiche connesse al cibo. A partire da tale presupposto il Dipartimento ha organizzato, in occasione della manifestazione promossa da Città della Scienza di Napoli, talks e laboratori in grado di intercettare la curiosità dei fruitori e di stimolarne la creatività.

Schermata 2017-03-19 alle 11.30.06Luca Palermo, ricercatore di Storia dell’Arte Contemporanea, spiega: “Tali attività sono state strutturate secondo tre aree tematiche: con particolari focus sugli aspetti legati all’archeologia classica (si pensi ad esempio ai ritrovamenti di Pompei ed Ercolano che ne hanno permesso la ricostruzione delle abitudini alimentari) e a quella alto-medievale (il cibo come indicatore per la ricostruzione di modelli economici, sociali e simbolici). Sarà offerta agli utenti la possibilità di confrontarsi in maniera diretta con reperti sui quali sono ancora evidenti tracce di residui organici alimentari. Il fruitore sarà accompagnato in un percorso ludico/laboratoriale di inedite connessioni tra cibo e letteratura. Cibo e ricette sono spesso presenti nella produzione letteraria: il laboratorio si pone come obiettivo il far approcciare tale produzione seguendo insolite traiettorie. Storia dell’arte. allontanandosi dall’idea della raffigurazione del cibo come natura morta, il laboratorio si propone di far luce sulla gastronomia e sul cibo come materiale per l’arte e per la performance del XX e XXI secolo: dal cibo come strumento di cambiamento del mondo moderno, al cibo come prassi per la creazione di dialogo e per il rafforzamento di identità collettive, fino al cibo come mezzo di denuncia sociale. Ogni talks/laboratorio sarà incentrato sull’interazione con il pubblico considerato come componente indispensabile per la buona riuscita degli stessi”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8565 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Premio Santagata ad Aversa, riconoscimento agli studi storici

Luigi Fusco – Venerdì 25 giugno, alle 17.30, presso la Pinacoteca del Seminario Vescovile di Aversa si svolgerà la II Edizione del Premio Nazionale “Leopoldo Santagata” per gli studi storiografici

Attualità 0 Comments

Disabilità, anche Pompei celebre la giornata internazionale

Luigi Fusco -In occasione della “Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità”, la cui ricorrenza è prevista il 3 dicembre prossimo, il Parco Archeologico di Pompei promuoverà l’accesso all’area

Primo piano 0 Comments

Swap Elite, nasce così la startup per lo scambio dei vestiti

(Enzo Battarra) – San Valentino bussa alla porta? Basta aprire e la consegna del vestito avviene. Con Swap Élite è facile concedersi un regalo. È la startup allevata nell’academy di 012Factory,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply