Scuola, Gilda degli insegnanti a congresso in Terra di Lavoro

Scuola, Gilda degli insegnanti a congresso in Terra di Lavoro

Luigi Fusco

– La scuola casertana all’insegna della partecipazione attiva e della condivisione programmatica dell’azione sindacale. Sono stati questi i principi fondanti che hanno caratterizzato il terzo Congresso Provinciale della Gilda-Unams in Terra di Lavoro, celebratosi sabato 16 ottobre presso il Novotel di Capodrise.
“Oggi celebriamo il terzo congresso della Gilda degli Insegnanti di Caserta” – ha esordito il segretario provinciale Cesario Oliva – e sono trascorsi circa sei anni da quando ci siamo insediati la prima volta. Sono stati anni intensi, faticosi, ma soprattutto entusiasmanti. Il futuro della Gilda Caserta [sta] nelle molteplici sfide [insite] in uno scenario caratterizzato da enormi complessità per la scuola italiana” – ha poi aggiunto lo stesso Oliva.
Durante il Congresso è intervenuto a distanza anche il coordinatore nazionale della Gilda Rino Di Meglio, il quale si è soffermato sulla crescita del sindacato, che oggi ha il 10% di rappresentanza nel mondo della scuola italiana.
Lo stesso Di Meglio ha evidenziato come sia necessario il recupero della dignità economica e professionale degli insegnanti, affermando, al contempo, che l’attività di docente, negli ultimi anni, è stata messa fortemente in discussione, poiché sempre meno sono gli interventi didattici che vengono prestati in classe da qualsiasi insegnante, mentre aumentano sempre di più gli impegni burocratici.
L’auspicio di Di Meglio è che si possano aprire le trattative con il Miur quanto prima per avviare una nuova contrattazione del comparto scuola in cui venga discussa sia la questione formativa che retributiva.
Secondo Di Meglio è opportuno avviare anche un confronto con il Ministero dell’Istruzione riguardante il sistema della valutazione, i cui indicatori sono spesso altalenanti o poco rispondenti alle reali mansioni educative spettanti agli insegnanti.
Nel corso degli altri interventi sono stati messi in risalto il considerevole numero degli iscritti della Gilda, che in territorio casertano ha superato quota mille, e le continue aperture di sedi sindacali ed help point in tutta la provincia, specialmente nelle aree più periferiche.
L’obiettivo della Gilda Caserta è di  andare oltre la rappresentanza sindacale, per quanto fondamentali saranno le prossime elezioni delle Rsu. Lo scopo è portare avanti i progetti comuni riguardanti le criticità scolastiche presenti sia livello locale che  in ambito nazionale.
Dopo le relazioni c’è stato il rinnovo delle cariche dirigenziali e a seguito delle votazioni interne sono stati eletti: Cesario Oliva come Coordinatore Provinciale. Gerardo Barbaro, Luigi Iorio,
Settimio Del Cupolo, Francesco De Chiara, Marisa Di Gioia, Tito Fatatis,
Giuseppe Menale e Marco Caputo per la Direzione Provinciale. Pasquale Masiello, Adele D’Angelo e Assunta Ventriglia per il Collegio dei Probiviri. Simona Di Riso e Marianna Catalano come Supplenti. Pietro Diana, Michela Marzano e Stefano Verde come Controllori dei Conti e come Supplente Pasquale Ucciero.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 666 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Il critico Agnisola. La sua lettera-appello alla comunità artistica

Maria Beatrice Crisci -Un appello alla comunità artistica del territorio. A farlo è il critico d’arte Giorgio Agnisola. Il messaggio diffuso da Agnisola dal suo profilo facebook è stato rapidamente

Al Museo Arcos di Benevento la pittura di Eliana Petrizzi

Claudio Sacco – Il Museo Arcos di Benevento ospiterà sabato 10 febbraio alle ore 16,30 il vernissage della mostra Image à la sauvette, personale di pittura di Eliana Petrizzi, a

Al PAN la ragazza afgana e altre storie di Steve McCurry

(Mario Caldara) – L’arte può essere definita in diversi modi. È sicuramente uno strumento con cui veicolare emozioni, una sorta di canale preferenziale tra due cuori, quello dell’autore e quello

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply