Sfogliata Santa Rosa, una dolcezza della Costiera Amalfitana

Sfogliata Santa Rosa, una dolcezza della Costiera Amalfitana

Claudio Sacco

-Non tutti sanno che la famosa sfogliata Santa Rosa fu inventata nel ‘600 nell’omonimo convento di Conca dei Marini, in provincia di Salerno. Così mentre a Napoli si è trasformata nella ricetta della sfogliatella riccia, a Salerno e nelle zone della Costiera Amalfitana si è perfezionata sulla base della ricetta tradizionale. La base del ripieno era inizialmente costituita da semola, latte, zucchero e frutta secca rigenerata nel rosolio; la crema ottenuta veniva adagiata su una “pettola”, cioè una sfoglia ricavata spianando una piccola quantità di impasto per la preparazione del pane al quale erano stati aggiunti sugna, zucchero e un po’ di vino, fino a ricavarne una friabile pasta frolla, una seconda “pettola” delle stesse dimensioni della prima serviva a ricoprire la crema di semola. Al dolce fu data la caratteristica forma del cappuccio monacale per essere, poi, adagiato nel forno caldo. Il dolce fu chiamato “Santa Rosa” in onore della santa alla quale era intitolato il monastero. Ne furono prodotte altre per le famiglie di Conca e quelle benefattrici degli altri centri costieri. A Conca dei Marini si tiene una sagra dedicata a questa sfogliatella con la distribuzione di migliaia di questi dolci prodotti da pasticcerie locali. Oggi il ripieno è formato da semolino, ricotta, canditi, uova, aroma di cannella e zucchero; la sfoglia esterna, composta di farina, sale ed acqua lavorati a lungo per ottenere la giusta consistenza, si presenta riccia e guarnita con crema pasticciera e amarene sciroppate.

Leggi anche 👉 https://www.ondawebtv.it/lascetica-santa-rosa-da-lima-il-suo-radicato-culto-a-caserta/

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Giffoni, creatività e imprenditoria. Torna Next Generation

Pietro Battarra – A Giffoni Valle Piana torna per la sua sesta edizione Next Generation. L’appuntamento è dal 18 al 29 agosto. La rassegna realizzata da Giffoni Innovation Hub, creative agency ispirata

Primo piano 0 Comments

Appuntamento all’Aperia, Rosso Vanvitelliano diventa sinfonia

Pietro Battarra -Fa tappa all’Aperia Rosso Vanvitelliano. E’ questo il tour di valorizzazione dei più bei siti storici della Campania. Appuntamento con il Gran Concerto dell’11 settembre. Alle ore 21

Cultura 0 Comments

Carlo e Raimondo, la strana coppia narrata da Rosanna Cioffi

Pietro Battarra – Carlo di Borbone e Raimondo di Sangro, che strana coppia! Giovedì 14 dicembre alle ore 17,30 nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta è in programma l’ultimo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply