Solidarietà. Minori stranieri Cidis insieme alla Caritas

Solidarietà. Minori stranieri Cidis insieme alla Caritas

-I minori stranieri non accompagnati al fianco dei volontari della parrocchia del Buon Pastore la mattina di Natale per offrire un pasto ai bisognosi, ai senzatetto e a quanti sono in difficoltà. Almeno cinque i giovani ospiti dell’accoglienza Sai Msna di Caserta, gestita da Cidis, che questa domenica, a partire dalle ore 9, parteciperanno alla preparazione dei pasti da distribuire nelle strade del quartiere. Una collaborazione, quella dei migranti con i volontari dell’Azione Cattolica e della Caritas parrocchiale, già sperimentata con successo in occasione della Santa Pasqua e che ora li vedrà nuovamente insieme per raggiungere gli ultimi, gli indifesi e quanti vivono ai margini della società. Un gesto di grande solidarietà e vicinanza che evidenzia anche il legame profondo che sta nascendo tra le due comunità. Ne sono testimonianza gli ultimi due incontri, tenuti appena qualche giorno fa. Il primo nella sala Moscati della chiesa del Buon Pastore che ha visto i minori raccontarsi e confrontarsi con alcune famiglie e cittadini del territorio. A tutti loro sono state illustrate le numerose attività svolte in città dal Cidis per favorire l’integrazione sociale dei giovani migranti e anche le varie formule di affido previste dai progetti Fab Together (Family Based Care for Children in Migration) e Il Posto giusto, destinate a tutti coloro che abbiano voglia di donare un po’ del proprio tempo libero a questi ragazzi, coinvolgendoli in attività ludiche, sportive, didattiche, culturali. Tra le proposte dei volontari, quella di organizzare per i minori stranieri un corso gratuito di orientamento al lavoro e la disponibilità ad affiancarli nelle attività di doposcuola. Il secondo incontro, questa volta con una delegazione dell’Azione Cattolica giovani, si è svolto invece a Casa Akim, una delle comunità del Cidis. Una serata all’insegna del confronto e della convivialità per approfondire la conoscenza dei loro coetanei, calarsi nel loro contesto quotidiano e soprattutto condividere sogni, passioni e speranze per il futuro. ‘Si tratta soltanto dell’inizio di un percorso di condivisione – fanno sapere i volontari – che, speriamo, possa durare a lungo e che sarà alimentato da scambi culturali continui, progetti di cittadinanza attiva, iniziative ludiche, attività formative. Tutto ciò al fine di promuovere la coesione e l’inclusione sociale di questi giovani stranieri che hanno scelto di vivere, studiare e lavorare in Italia’.

About author

You might also like

Attualità

“Sanità. Ora o mai più”. De Luca interviene in Consiglio regionale

“Anche e soprattutto sulla Sanità, ora o mai più. Abbiamo un obiettivo preciso, ambizioso e difficile. Ma ce la faremo. Quella della Campania deve diventare una Sanità modello in Italia, la prima tra

Primo piano

Direttori a rapporto, confronto di Franceschini con i manager

Pietro Battarra – Eccoli, sono loro, sono i superdirettori nominati da Dario Franceschini. Stanno rivoluzionando la conduzione dei più prestiosi Musei in Italia, non più mirata solo alla conservazione, ma indirizzata

Primo piano

Alla Reggia un’Estate da Re con sua maestà Ennio Morricone

(Maria Beatrice Crisci) – Ennio Morricone sceglie la Reggia di Caserta per festeggiare i suoi 60 anni di musica. Sarà infatti il concerto del grande compositore italiano l’11 luglio prossimo