Sotto l’Albero regali anche per gli amici a quattro zampe

Sotto l’Albero regali anche per gli amici a quattro zampe

Maria Beatrice Crisci

– Sotto l’albero di Natale c’è un pensiero anche per loro, i nostri amici a quattro zampe. Vero è che oltre il 93% delle famiglie napoletane incarta il regalo per il proprio animale domestico. Questo il dato emerso dall’Osservatorio di Quattrozampeinfiera, la rassegna “pet friendly” più famosa d’Italia, da sempre in prima linea nella lotta contro l’abbandono. E, in vista del periodo natalizio ha pensato di realizzare una nuova indagine volta a comprendere le abitudini dei proprietari verso i loro amici durante le feste. L’indagine è stata svolta a Padova, Milano Roma e Napoli: le quattro tappe in cui viene organizzata la manifestazione Quattrozampeinfiera. Il 70% delle famiglie, nelle corse ai regali, mette sotto l’albero anche un pensiero per il proprio “figlio peloso”. Svetta su tutti Napoli. Dai vari sondaggi effettuati attraverso l’Osservatorio si evince che gli amici pelosi sono amati e sempre più curati e coccolati, proprio come dei figli. Il 50% di loro, non solo riceve un dono, ma partecipa anche ai banchetti natalizi ricevendo una torta salata o un dolce, che oltre ad appagare il gusto, rispetta una corretta alimentazione con valori nutrizionali idonei all’animale. Incredibilmente solo Napoli, città che oltre ad essere rinomata per il mare ed il Vesuvio, lo è anche per il buon cibo, presta meno attenzione a questo aspetto, con un 63% che non pensa ad acquistare il dolce al proprio cane o gatto. In ambito di regali pensati per i propri animali, sta prendendo piede l’abitudine di vestirli. Sicuramente per proteggerli dal freddo, ma anche per seguire la moda. Abitini eleganti, scarpine o cappellini compaiono nel guardaroba di micio e fido. Il 15% conferma già questo trend ma la tendenza è in crescita dal momento che stilisti affermati stanno già creando nuove linee sempre più accattivanti. Si mostra reticente a questa tendenza invece Padova, città nella quale solo il 6% degli interpellati dichiara di acquistare abbigliamento per loro.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9772 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Un’Estate da BelvedeRe, arriva la simpatia di Biagio Izzo

-Biagio Izzo in scena al Belvedere di San Leucio (Caserta) con il nuovo spettacolo, “Balcone a 3 piazze”. Venerdì 28 luglio alle ore 21 presenta l’esilarante commedia scritta da Mirko Setaro e Francesco Velonà,

Primo piano

Cari genitori, ad Aversa tavola rotonda su un mestiere difficile

Maria Beatrice Crisci – L’Associazione Culturale MirArte e Palazzo Cascella hanno organizzato per giovedì 30 novembre una tavola rotonda sul tema “Essere genitori oggi. Oltre il legame biologico”. Saranno affrontati la

Cultura

Caserta, il calcio secondo Bellinazzo. Con il Napoli nel cuore

Maria Beatrice Crisci – Il Vovo Pacomio, suggestivo salotto culturale della città di Caserta, ha ospitato la presentazione del libro di Marco Bellinazzo “I veri padroni del calcio”, edito da Feltrinelli. Con