Trent’anni di Instituto Cervantes a Roma, marzo è tutto donna

Trent’anni di Instituto Cervantes a Roma, marzo è tutto donna

Una rassegna cinematografica sulle grandi registe e cineaste spagnole, due mostre, l’omaggio a Dante Alighieri, il club di lettura, incontri e conferenze in streaming. L’Instituto Cervantes di Roma – che quest’anno festeggia il suo trentesimo anniversario dalla fondazione – presenta un programma di attività culturali a marzo in gran parte dedicato alle donne. Con un calendario di appuntamenti – in presenza e online – tra arte, cinema, letteratura, poesia e uno sguardo al contemporaneo.

In occasione della giornata internazionale della donna, l’8 marzo alle ore 18, si terrà l’incontro/dialogo “Stereotipi di genere e il discorso violento” con Stefania Cavagnoli e lo scrittore Angelo Nestore, moderato da Francesca Dragotto. Organizzato in collaborazione con ASIERI e Grammatica e Sessismo (Università degli studi di Roma “Tor Vergata”), l’incontro si potrà seguire online sulla piattaforma Zoom dell’Instituto Cervantes di Roma, con traduzione simultanea.

Dal 9 al 28 marzo sul canale Vimeo del Cervantes è possibile seguire gratuitamente la rassegna cinematografica “Espacio femenino. Pioneras”: un programma stabile dedicato alla cultura femminile che include, abitualmente, film recenti che presentano la produzione cinematografica diretta da donne. Quest’anno, per la prima volta, il ciclo nato nel 2010 si concentra su autrici che hanno debuttato come registe tra gli anni Cinquanta e Ottanta presentando 6 opere di 5 registe – Ana Mariscal, Margarita Alexandre, Pilar Mirò, Josefina Molina e Cecilia Bartolomé – pioniere nella storia della cinematografia spagnola. I sei film che quest’anno fanno parte del ciclo non mostrano solo il lavoro e la proposta estetica delle autrici, ma offrono un ritratto interessante della Spagna dell’epoca.

Due le esposizioni in programma questo mese. Fino al 13 marzo si potrà visitare virtualmente la mostra “Ilustrad/as @ Instagram”, uno sguardo sulle creazioni femminili nell’illustrazione d’avanguardia, a cura di Matilde Rodríguez, che riunisce 12 artiste spagnole e latinoamericane come María Hesse, Helena Pérez García, LaraLars, Malota, Luisa Rivera, Sonia Pulido, Sara Landeta, Iria do Castelo, Iria Fafián, Bea Lema, Nuria Figueiredo e Pelo di Cane.  Questa esposizione virtuale si concentra sui lavori più liberi, creativi e personali delle illustratrici selezionate, oltre ad esplorare i diversi formati e tecniche con cui lavorano: serigrafia, collage, ceramica, risografo, disegno digitale, scultura o installazioni. In collaborazione con ARF – Festival del Fumetto di Roma, si terrà il 10 marzo un incontro moderato da Francesca Protopapa (Pistrice) con due delle artiste presenti in questa collettiva, Sonia Pulido (Premio Nacional de Ilustración 2020)e Pelo di Cane, sulla piattaforma zoom del Instituto Cervantes con traduzione simultanea.

Fino al 27 marzo, invece, presso la Sala Dalí di Piazza Navona è allestita la mostra “L’universo di Ignacio Goitia”. Attraverso l’attenta messa in scena – tra quadri, disegni e installazioni tridimensionali – gli spettatori potranno ammirare per la prima volta in Italia oltre 30 anni di lavori dell’artista originario di Bilbao, Ignacio Goitia. La mostra si potrà visitare gratuitamente dal martedì al venerdì dalle ore 16 alle 20.

Nell’ambito delle commemorazioni del VII centenario della morte di Dante Alighieri, il Cluster EUNIC di Roma per la Giornata Mondiale della Poesia, 21 marzo, organizza un’attività online dove 15 poeti provenienti da diversi paesi leggeranno una poesia dedicata al Sommo Poeta nelle rispettive lingue (ogni poesia avrà la traduzione in italiano). L’Instituto Cervantes di Roma collabora a questo evento con la presenza di Juan Antonio González Iglesias, poeta originario di Salamanca che ha dedicato molti suoi versi a Dante e che ha sempre definito il “Fiorentino” come uno dei più influenti scrittori nella sua poetica.

Martedì 23 marzo alle 17.30 il Club di Lettura del Cervantes ospita la scrittrice e giornalista spagnola Elvira Lindo, autrice del libro “A corazón abierto“. L’incontro, in streamig su YouTube è moderato da Rosario Villajos.

Il 24 marzo, invece, nell’ambito della rassegna “In altre parole”, ci sarà alle ore 19 in diretta streamig dal Teatro Argot una intervista al drammaturgo spagnolo Miguel del Arco, autore dell’opera “Juicio a una zorra”, che sarà interpretata in una lettura drammatizzata (tradotta in italiano) da Iaia Forte, in prima visione nazionale.

Presente in 86 città sparse in 45 paesi nei cinque continenti, l’Instituto Cervantes è l’ente pubblico creato dalla Spagna nel 1991 per diffondere la lingua e la cultura spagnola e iberoamericana. Con oltre 570 milioni di madrelingua, lo spagnolo è al secondo posto – dopo il cinese – tra le lingue più parlate al mondo. L’Instituto Cervantes di Roma fa registrare ogni anno oltre 2.000 iscrizioni, circa 8.500 candidati al DELE (certificazione ufficiale riconosciuta dal MIUR) e più di 7.000 partecipanti alle iniziative culturali.

Nel corso del 2021 si terranno varie attività per celebrare il trentennale dell’Instituto Cervantes (21 marzo). Tra gli eventi attesi a Roma nei prossimi mesi, le mostre su Goya e Rafael Alberti, il Convegno CELEI promosso dall’Ambasciata di Spagna, la rassegna cinematografica Arena Cervantes in collaborazione con 11 ambasciate dei paesi iberoamericani, Nero/Giallo con scrittori noir e giallisti internazionali.

Per ulteriori informazioni: cenrom@cervantes.es telefono 0685373628/29.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6913 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Arte

Invito all’Ordine, la mostra di Peppe Ferraro continua

Maria Beatrice Crisci – Resterà aperta fino al 12 gennaio prossimo la mostra personale “Sotto pelle” di Peppe Ferraro presso la sede di via Galilei, 2 dell’Ordine dei Dottori Commercialisti

Primo piano

Carlo Cecchi in scena con “Il lavoro di vivere”

(Redazione) – Martedì 24 gennaio alle ore 20,45 al Teatro Comunale Costantino Parravano di Caserta, Teatro Franco Parenti presenta Il lavoro di vivere di Hanoch Levin traduzione dall’ebraico e adattamento Claudia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply