Tutto per mio figlio, qualcosa di casertano nel film di Rai Uno

Tutto per mio figlio, qualcosa di casertano nel film di Rai Uno

Pietro Battarra

– Su Rai Uno domani lunedì 7 novembre alle 21,15 il film «Tutto per mio figlio», prodotto da Compagnia Leone, per la regia di Umberto Marino, interpretato da Giuseppe Zeno, nel ruolo del protagonista. Zeno è Raffaele Acampora, un uomo che si oppone alla camorra per il bene della propria famiglia e della comunità in cui vive. Con lui Antonia Truppo, Tosca D’Aquino, Giuseppe Pirozzi.

Paolo Miggiano

Alla realizzazione del film ha offerto la sua collaborazione anche lo scrittore casertano, di origini pugliesi, Paolo Miggiano, esperto in questioni criminali e autore di numerosi saggi sulle vittime delle mafie. Ha collaborato anche la Siedas, la Società Italiana Esperti del Diritto delle Arti e dello Spettacolo, presieduta dall’avvocato casertano Fabio Dell’Aversana e di cui sono componenti Miggiano e Alessia Guerriero.

«Tutto per mio figlio» è un film da vedere, è una delle poche volte in cui a prendere la scena non è la rappresentazione del male, ma l’impegno di semplici cittadini, lavoratori, che a costo di mettere in pericolo la loro vita si sono opposti alla camorra. Una figura, quella del protagonista, che potrebbe essere ben rappresentata da cittadini di Terra di Lavoro, come Mimmo Noviello o Federico Del Prete, o dell’hinterland milanese, come Pietro Sanua, che hanno pagato con la vita il loro non piegare la testa davanti allo strapotere dei clan delle mafie. Le scene sono state girate in diverse zone della Campania, a Caserta e Provincia. La Reggia di Caserta e i Ponti della Valle tra le location scelte.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 148 posts

Pietro Battarra. Pubblicista. Laurea triennale in Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli. Iscritto al Master in Marketing e Digital Innovation per l'arte e la cultura, Università Guglielmo Marconi. Si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono l'arte. la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, passando per la Turchia, la Spagna e Singapore nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione. Scrive per la rivista d'arte «Segno».

You might also like

Salute

Posturologia clinica, esperti a confronto a Pozzuoli

Maria Beatrice Crisci – “Il disturbo posturale è di estremo rilievo e di estrema frequenza nella popolazione. Si tratta di un fenomeno che molto spesso è momento causale di un

Primo piano

La passione non isola. Procida-Cervino, un ritorno di emozioni

-Sono tornati a Cervino con un bagaglio carico di emozioni e di soddisfazione i volontari dell’Associazione Culturale Cermes for Arte e Cultura per l’evento “La passione non isola. Storia di

Primo piano

Ossigeno, scuola-lavoro. Il Giordani e il De Franchis incontrano Simone Polano

-Continua il format ideato da Smart Job SpA che connette gli studenti casertani con le aziende. Si terrà giovedì 13 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 11.00 il secondo Digital Talk grazie al quale gli