Una necropoli a Santa Maria CV, si inaugura l’inedito sito

Una necropoli a Santa Maria CV, si inaugura l’inedito sito

Luigi Fusco

Tra una spesa al supermercato e godimento di reperti archeologici. Tutto questo sarà possibile a Santa Maria Capua Vetere in via Galatina, posta nelle immediate vicinanze del locale casello autostradale, dove, di recente, è stato innalzato un nuovo impianto ospitante il discount della catena tedesca del LIDL, facente parte dello Schwarz Gruppe, e, in contemporanea, sono stati rinvenuti i resti di un’antica area cimiteriale. L’inaugurazione di questo inedito sito archeologico avverrà il 9 giugno, dalle 10.30 alle 11.30, nell’ambito della manifestazione La Terra Racconta. La necropoli settentrionale e il monumento funerario di via Galatina, a cura della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento e del LIDL. I ritrovamenti archeologici sono stati datati al III-II secolo a.C. e nello stesso terreno è stata, inoltre, rilevata la planimetria di un mausoleo di epoca più tarda distrutto in età bizantina a causa di un violento sisma.  Lo sviluppo delle recenti indagini di scavo ha dato un ulteriore apporto al quadro delle conoscenze riguardanti l’estensione della necropoli, la sua organizzazione spaziale, la tipologia delle sepolture presenti, il periodo in cui è stata utilizzata e la successiva fase di abbandono.  Già in passato, nella medesima zona, erano state rinvenute tracce riguardanti una “città dei morti” collocata lungo la strada che conduceva al Santuario di Diana Tifatina, su cui poi è stata eretta la Basilica di Sant’Angelo in Formis. Al 2008, risalgono, invece, gli scavi della cosiddetta Tomba di Stallia, del II-I secolo a.C., caratterizzata da una camera affrescata lungo le pareti, dotata di un letto funebre a muratura e di un copioso corredo con boccale, attingitoio, una piccola cassetta in osso, due specchi e sei contenitori in alabastro per profumi e unguenti. Le scoperte di via Galatina sono il risultato dell’attività di verifica preventiva e di tutela dell’impianto urbanistico dell’antica Capua che la Soprintendenza svolge quotidianamente sull’attuale territorio sammaritano e rappresenta un esempio virtuoso di come l’archeologia sia una risorsa per l’intera comunità locale. Lungo ed articolato è stato l’intervento che ha impegnato squadre di operai e di archeologi su di una superficie molto vasta che ha interessato lo scavo, il lavoro di pulizia e la classificazione dei reperti emersi. Altresì complessa è stata la fase di definizione delle attività di restauro e conservazione, finalizzati a restituire un brano di storia di Sanata Maria Capua Vetere. Il sito sarà fruibile grazie ad uno specifico apparato didattico da cui si potranno attingere indicazioni relative alla conoscenza ed alla comprensione del contesto archeologico. La realizzazione del progetto è stata, inoltre, possibile grazie alla collaborazione e alla sinergia che si è stabilita tra la Soprintendenza, l’Immobiliare Orsi sas e LIDL. L’area archeologica sarà visitabile dalle ore 08.00 alle ore 22.00 e costituirà una delle attrattive del circuito di visita dell’Antica Capua. In occasione dell’inaugurazione saranno effettuate visite guidate gratuite.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1084 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Food

Terrae Motus a Caiazzo, un’idea di Franco Pepe & Co.

(Enzo Battarra) – Si chiama Terrae Motus, ma non è la celebre collezione di arte contemporanea custodita nella Reggia di Caserta. Magari le strizza un po’ l’occhio nel nome, creando

Spettacolo

CortiSonanti. A Napoli ritorna il festival del cortometraggio

Pietro Battarra – L’appuntamento è per sabato 18 novembre al Maschio Angioino. Parliamo della ottava edizione di CortiSonanti, il festival internazionale del cortometraggio di Napoli, organizzato dall’associazione culturale AlchemicartS in collaborazione con l’Auditorium Caivano

Primo piano

Sonarè Festival. La presentazione al Comune di Caserta

(Beatrice Crisci) – Massimo Ranieri, Biagio Izzo e Serena Autieri. Ecco i protagonisti della prima edizione della rassegna Sonarè Festival dal 12 luglio al 17 nello splendido scenario del Belvedere di