Una Pozzuoli da vivere, l’Anfiteatro mostra le sue “proiezioni”

Una Pozzuoli da vivere, l’Anfiteatro mostra le sue “proiezioni”

Luigi Fusco

– È stato inaugurato presso l’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli il nuovo percorso di visita “Proiezioni”, il cui progetto è stato curato dal Parco Archeologico Campi Flegrei in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. L’esposizione, strettamente legata alla mostra “Gladiatori” in corso al Mann, sarà visitabile fino al 26 settembre prossimo.

L’allestimento approntato si sviluppa attraverso due momenti: espositivo e multimediale. Nel primo caso verranno mostrate le sculture che, in origine, facevano parte della decorazione dell’anfiteatro. Per quanto riguarda, invece, la dimensione multimediale si dovrà scendere nei sotterranei per poter godere di singolari suggestioni visive e sonore. Per l’occasione prenderanno vita, attraverso immagini proiettate da monitor a grandezza naturale, gli antichi combattenti dell’arena, mentre da un apposito “tappeto sonoro” verranno ripetuti i suoni e rumori che un tempo si udivano all’interno del medesimo ipogeo: versi di animali che stavano per esser innalzati in superfice, il rumore delle spade che venivano affilate, il fragore della folla posta sugli spalti e il sottofondo musicale che accompagnava lo svolgimento dei giochi.

Contestualmente, verranno messi in mostra anche due plastici dell’Anfiteatro, la cui struttura è stata di recente interessata da una serie di interventi di manutenzione. Il primo modello riporta lo stato di conservazione dell’edificio: dall’età antica a quella contemporanea. Il secondo, invece, propone una ricostruzione del suo primordiale aspetto monumentale, con i due livelli di arcate esterne e l’attico superiore di coronamento.

“Abbiamo voluto offrire questo nuovo percorso espositivo per dare energia alla riapertura dei nostri luoghi e vitalità alla ripartenza delle attività che ruotano intorno ad essi” – ha dichiarato Fabio Pagano, Direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. Un’iniziativa che consente di rinsaldare la “nostra collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli” – ha aggiunto sempre Pagano, evidenziando, inoltre, quanto l’anfiteatro puteolano sia “uno dei più evocativi esempi” di architettura romana e come sia importante la mostra inaugurata, in quanto i manufatti ed i percorsi in esposizione accompagneranno “virtualmente gli oggetti esposti e le storie raccontate nella bella mostra del MANN”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 219 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura

Omaggio al maestro, si apre a Sant’Arpino piazzetta Ezio Bosso

Maria Beatrice Crisci – Sant’Arpino dedica una piazzetta al musicista Ezio Bosso, scomparso l’estate scorsa. Domenica prossima, infatti, l’inaugurazione in presenza. L’iniziativa è stata promossa dal direttore della rassegna PulciNellaMente

Primo piano

Caserta. Le Dame del Regno tornano a Palazzo Reale

Claudio Sacco – Tornano alla Reggia di Caserta Le Dame del Regno. L’ensemble musicale tutto al femminile è attesa per questo pomeriggio alle ore 17 alla​ ​Reggia di Caserta nella Sala di

Primo piano

La tela del ragno, il mito di Aracne tra le sete del Belvedere

Regina Della Torre – Il Mito di Aracne nelle Seterie di San Leucio ha aperto venerdì 8 dicembre il programma degli eventi natalizi Happy Theatre del Comune di Caserta. La messa

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply