Università. Studenti in fuga dagli Atenei del Sud

Università. Studenti in fuga dagli Atenei del Sud

(Samuele Ciambriello) – L’elenco dei problemi organizzativi, didattici e di qualità delle Università del Sud è lungo. Ogni  autunno si svolge il grande esodo che coinvolge centinaia di migliaia di studenti: giovani che cambiano città o Regione, in molti casi costretti, per studiare nell’ateneo o nella facoltà dei loro sogni, oppure per avere più chance per il futuro. Esodo da Puglia, Sicilia e Campania. E così il Meridione rinuncia a oltre un quarto del suo capitale umano a favore del Nord. Perdendo di fatto un pezzo del suo futuro. Ma come biasimare i giovani meridionali? Chi si laurea al Nord trova lavoro prima (dopo un anno il 74% contro il 53%) e guadagna come primo stipendio oltre 200 euro in più.

La Puglia vede in giro per l’Italia oltre 50mila giovani su 128mila universitari, dislocati soprattutto in Lazio, Emilia e Lombardia. Segue la Sicilia dove, su 155mila studenti post diploma, quasi 46mila sono fuori, più di un quarto degli studenti siciliani. Terzo posto per la Campania che ha un tasso di uscite pari soltanto al 18%, cioè 37mila studenti fuori sede.

La mappa dei “flussi migratori” degli studenti universitari fotografa un Paese sotanzialmente diviso a metà. Da un lato le Regioni del Centro-Nord che riescono a trattenere i propri studenti, e anche laddove ci sono degli spostamenti questi sono a corto raggio, dall’altro l’area meridionale, accomunata dal fatto di veder partire il maggior numero di studenti per destinazioni lontane. Studenti a casa in Lazio, Lombardia e Toscana. A Roma, Milano e Bologna arrivano studenti da tutte le Regioni. Se guardiamo ai numeri relativi, la Regione che vede l’esodo maggiore è la Basilicata: circa il 75% risulta iscritto in atenei in altre Regioni.

Skuola.net ha analizzato questi movimenti, utilizzando i numeri degli iscritti all’Università sulla base dei dati più aggiornati dell’Anagrafe Nazionale degli Studenti che si riferiscono all’anno accademico 2015-2016. Studenti in fuga dalle Università del Sud: in dieci anni 2,5 miliardi di tasse al Nord.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Festa del Gelato. Tutto pronto per la tre giorni a Caserta

Regina Della Torre – L’arte dei Maestri Gelatieri e i sapori del territorio saranno protagonisti della terza edizione della Festa del Gelato Artigianale di Alta Qualità “Ice to meet you”, l’appuntamento con

Economia 0 Comments

Caserta. Videoconferenza con Telefisco 2018. Le novità fiscali

Maria Beatrice crisci – L’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta ha aderito alla 27° edizione di “Telefisco, le novità per le imprese e i professionisti”, organizzata da

Comunicati 0 Comments

Arena Vanvitelli, su il sipario per la rassegna sotto le stelle

“Vanvitelli sotto le stelle“, la rassegna cinematografica gratuita all’aperto, ideata da Confcommercio, tornerà ad animare per il secondo anno consecutivo l’estate dei casertani. Si parte sabato 1 agosto alle ore

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply