Viaggio in Eataly, i prodotti dell’Alto Casertano tra le eccellenze agroalimentari del Sud

Viaggio in Eataly, i prodotti dell’Alto Casertano tra le eccellenze agroalimentari del Sud

Curiosità e interesse. Si preannuncia un week end ricco di eventi e di incontri per la delegazione dell’Alto Casertano a Eataly Roma. Il Gal, il gruppo di azione locale che abbraccia 48 Comuni della provincia coordinato da Pietro Andrea Cappella, e “Fattorie Montane”, il consorzio che commercializza i prodotti a Marchio d’Area, dal 1 agosto sono presenti, con un proprio spazio espositivo nel megastore di piazzale XII Ottobre. La catena fondata da Oscar Farinetti sta dedicando il mese di agosto alle eccellenze enogastronomiche del Sud e, in questo viaggio ideale, ha deciso di ospitare le peculiarità di una terra fertile e incontaminata, compresa tra il Matese, il Monte Maggiore e il Monte Santa Croce. I clienti e i turisti provenienti da ogni parte d’Europa e del mondo hanno mostrato di apprezzare i vini, i legumi, il miele, i taralli, la pasta. Tra le spigolature più gustose proposte, una rivisitazione in chiave moderna, a cura dello chef Giuseppe Russo, di una ricetta borbonica che re Ferdinando IV faceva preparare alla regina Maria Antonietta.

Schermata 2016-08-06 alle 09.11.58«La trasferta capitolina, che si concluderà il 7 agosto – rivela Giovanni Esposito, presedente di “Fattorie Montane” –, è un’opportunità per raggiungere quei consumatori lontani, ma interessati al collegamento esistente tra i prodotti e la nostra terra». «Con il Marchio d’Area, il Gal ha voluto rafforzare l’identità del territorio, raccogliendo le migliori espressioni enogastronomiche di una zona vasta e articolata», prosegue Gennaro Di Vincenzo, project manager di “Resourse” Napoli. «Il marchio certifica la provenienza del prodotto, ma, soprattutto, il rispetto dei rigidi disciplinari elaborati a garanzia dei consumatori e degli ecosistemi dei territori», aggiunge Paolo De Masi, responsabile del pastificio “Vesuvio” di Teano. «Appartenere a un gruppo di azione locale consente, poi, ai piccoli produttori di farsi conoscere e di raggiungere mercati che altrimenti sarebbero proibitivi», precisano Andrea Scappaticcio, produttore di fagioli cera di Alife, e Lucia Stoto, del biscottificio “Stoto”, sempre di Alife. Sull’importanza di lavorare insieme e di “fare rete” pongono l’accento Carlo Coscetta, agronomo della cooperativa “Sole” di Parete, e Adele Consola, responsabile della comunicazione del Consorzio nazionale produttori apistici, fornitore di “Fattorie Montane”. Grazie al Marchio d’Area, segnalato come “best practices” tra le iniziative europee finanziate dai programmi “Leader”, le tipicità dell’Alto Casertano sono ora riconoscibili e, quindi, al contempo, oggetto di promozione e soggetti promotore di un sistema virtuoso.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8907 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Jazz & Wine a Carditello. Al via la ricca rassegna di Natale

– Si alza il sipario sul festival Jazz & Wine 2022, la rassegna che unisce narrazione, degustazione e classici jazz, reinventati in chiave rock ed elettronica, nel segno dello storytelling-concert e dello straordinario

Attualità

Reggia di Caserta, per una notte si veste di azzurro per la Lilt

Claudio Sacco – Anche Caserta ha aderito alla Campagna Nazionale di prevenzione e diagnosi precoce dei tumori maschili denominata “Percorso Azzurro” promossa dalla Lilt, la Lega Italiana per la Lotta ai

Primo piano

Mit the culture, seminari web sul post-covid alla Parthenope

Rita Raucci -Al via il prossimo giovedì 15 marzo sulla piattaforma Microsoft Teams la terza edizione del ciclo di seminari organizzati nell’ambito del Corso di Studio di Management delle Imprese