Ali Spezzate. Il libro di Miggiano al Giordani

Ali Spezzate. Il libro di Miggiano al Giordani

“E’ il settimo premio che questo libro riceve. Ieri sera inaspettata la notizia che il mio libro è risultato tra i tre finalisti del Premio letterario Fortuna d’autore. La finale il 28 maggio a Bari Maggio è senza dubbio il mese dei premi”. E’ visibilmente emozionato Paolo Miggiano autore del libro Ali Spezzate, Annalisa Durante, morire a Forcella a quattordici anni, presentato stamattina all’Istituto Giordani di Caserta, commentando l’ennesimo riconoscimento attribuito al suo ultimo lavoro. Intanto, venerdì mattina Miggiano sarà a Cerignola per ritirare il Premio Zingarelli. A fare gli onori di casa in una sala affollatissima la dirigente Antonella Serpico. Con l’autore, anche il Magistrato Egle Pilla e la toccante testimonianza di Lucia Di Mauro vedova edova di Gaetano Montanino, ucciso il 4 agosto 2009.  “Questi riconoscimenti – ha sottolineato Miggiano – non vanno a me, ma alla storia che ho raccontato. La mano assassina ha chiuso la porta alle spalle di Annalisa, ma noi continuiamo a tenere aperta la porta della sua memoria. Questa è una storia che indigna e indignò tanta gente quando accadde il tragico episodio. Quello delle vittime innocenti della criminalità in Campania – ha poi continuato – è un panorama troppo vasto. La Campania, purtroppo, detiene anche il triste primato di contare un alto numero di vittime innocenti della criminalità. Vittime della camorra, del terrorismo, della violenza in generale ed Annalisa Durante si inquadra tra le vittime innocenti della camorra, ma è anche un’adolescente, quasi una bambina. Una dei venticinque bambini, uccisi per mano criminale. Ciò significa che dagli anni Ottanta ad oggi, noi abbiamo consentito che venissero uccisi due bambini all’anno. È un primato che non possiamo accettare così passivamente. Dobbiamo reagire alla violenza, a questa strage degli innocenti, ma prima ancora di reagire occorre far conoscere il fenomeno e la storia di Annalisa Durante, uccisa per le strade di Forcella da un giovane camorrista nell’ambito di un conflitto a fuoco con i rivali del clan avversario. Questa storia mi è sembrata, tra le tante, una delle più emblematiche da raccontare”. Per il magistrato Egle Pilla “il libro è straordinario. Dovete leggerlo innanzitutto per conoscere perché Paolo racconta la storia di una ragazza, fotografa quel 27 marzo 2004, facendovi capire come voi avreste voluto fermare il tempo e magari togliere quella ragazzina da quella strada”. Poi ha aggiunto: “Questo libro vi fa entrare in quel mondo spiegandovi in modo molto realistico cosa succede nelle vie di Napoli, nei quartieri di Napoli. Questo libro vi aiuterà sicuramente a riflettere e poi sicuramente vi indignerete per quanto successo”. MBC

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8917 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Confindustria. Traettino designato Presidente dal Consiglio Generale

Il Consiglio Generale, Giunta di Confindustria Caserta, riunitosi in data odierna, nell’ambito della procedura di designazione del candidato a Presidente dell’Associazione per il prossimo quadriennio 2016-2020, ha recepito le indicazioni

Editoriale

29 giugno, se piove la colpa è solo della mamma di San Pietro

Augusto Ferraiuolo* – Una delle caratteristiche fondamentali di quella che possiamo chiamare religione folklorica è il rapporto diretto che il fedele ha, se non con la Divinità in assoluto, almeno

Cultura

Spartaco OFF. Mariastella Eisenberg alla Feltrinelli di Caserta

Mercoledì 27 aprile alle ore 18, alla Feltrinelli di Caserta, in corso Trieste 154/156, si terrà la prima presentazione del romanzo “Il tempo fa il suo mestiere” di Mariastella Eisenberg, alla