Vittime omosessuali del nazifascismo, ripulita la targa offesa

Vittime omosessuali del nazifascismo, ripulita la targa offesa

Claudio Sacco

– Il 17 novembre scorso era stata vandalizzata la targa apposta sotto il porticato del Comune di Caserta. La targa è dedicata alla memoria delle vittime omosessuali del nazifascismo. Ignoti avevano, infatti, ricoperto la targa con vernice nera, in modo da rendere quasi del tutto illeggibile la scritta che ricorda le vittime. Da oggi quella scritta si può di nuovo leggere. La targa è stata infatti ripulita. E in una nota i consiglieri del Partito Democratico Roberta Greco e Matteo Donisi, insieme con il gruppo dei Giovani Democratici e il presidente della Rain Arcigay Bernardo Diana, ringraziano il sindaco Carlo Marino di aver accolto sollecitamente la loro richiesta di pulire la targa a ricordo delle vittime della comunità LGBTI e della persecuzione nazifascista, che era stata oggetto di un vile atto vandalico

About author

Claudio Sacco
Claudio Sacco 82 posts

Giornalista. Segue come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Art promoter.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Trianon Viviani, Geppy Gleijeses fa rivivere Enrico Caruso

Pietro Battarra -E’ dedicata al grande tenore Enrico Caruso la serata evento organizzata dal Trianon Viviani per lunedì 2 agosto alle ore 21. L’iniziativa ha come titolo “Caruso vive. Vita, morte

Cultura 0 Comments

Caserta, all’Itis Giordani la periferia svelata da Bruno Saviani

Maria Beatrice Crisci – “Il vuoto denso della periferia” di Bruno Saviani, edizioni Saletta dell’Uva, sarà presentato mercoledì 15 maggio dalle ore 10 alle 11. L’appuntamento è presso l’aula magna dell’Itis Giordani

Primo piano 0 Comments

Le zeppole di San Giuseppe tra storia e tradizione

In Italia, si sa, ogni festa è buona da mangiare. E anche in questa giornata in cui si festeggia San Giuseppe non sfugge certo l’occasione con le zeppole. Le zeppole di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply