World Mosquito Day, ma non è la festa della zanzara

World Mosquito Day, ma non è la festa della zanzara

(Enzo Battarra) – E venne il giorno della zanzara. Anzi, il World Mosquito Day. Si celebra ogni anno il 20 agosto, perché in questa data nel 1897 il medico inglese Sir Ronald Ross scoprì che erano le zanzare femmine a trasmettere la malaria tra gli esseri umani, e per questo vinse il premio Nobel. Fu proprio Ross a richiedere la celebrazione annuale della sua scoperta. La London School of Hygiene & Tropical Medicine ogni anno il 20 agosto organizza eventi, quali feste e mostre, una tradizione che risale agli anni Trenta. Quindi il giorno della zanzara ricorre ormai da decenni e decenni.

Qui in Italia l’evento sta prendendo piede negli ultimi anni. Il popolo italiano è quello che negli anni Sessanta si inventò un personaggio nazional-popolare come Rita la zanzara, tanto spettacolo con Rita Pavone ma nessuna riflessione sul pericolo sanitario. Intanto, le zanzare si sono sempre più diffuse e anche nel territorio campano sembrano sempre più aggressive, contando anche sulla comparsa di nuove specie, capaci di pungere anche nelle ore diurne.

Sono ancora troppe le vittime della malaria: nel mondo continua a morire un bambino ogni 2 minuti, per un totale di 430 mila persone l’anno. “Il Mosquito Day – afferma in una nota Malaria No More UK, organizzazione internazionale no profit fondata per combattere questa malattia – deve essere un’occasione per riflettere su quanto si possa e debba ancora fare per debellarla”.

Malaria No More UK è in prima linea nel sostegno al Fondo Globale, un organismo multilaterale internazionale che mira a sradicare malaria, tubercolosi e AIDS dal mondo, tra i cui fondatori c’è anche l’Italia.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8828 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Ci vorrebbe una vacanza dalla vacanza. Siamo sicuri di sapere andare in ferie?

Armando Rispoli (psicologo e psicoterapeuta)  -Per tanti le vacanze segnano un momento di stacco completo dalla quotidianità, dalle abitudini routinarie, dai ritmi lavorativi e un conseguenziale riappropriarsi dei propri tempi

Primo piano

Tumori cutanei. Un convegno all’Ospedale di Caserta

“I tumori cutanei sono tra le neoplasie a più alta incidenza e detengono il triste primato di patologia oncologica a più forte incremento”. Lo dichiarano i chirurghi Bruno Marra, presidente

Primo piano

Amedeo Modigliani va in scena alla Reggia di Caserta

Maria Beatrice Crisci -“Un altro passo importante per la Reggia, perché queste sale che noi abbiamo ricevuto dall’Aeronautica completamente nude, vengono ora valorizzate al massimo con mostre di esperienza visiva. Prima Klimt, poi