Al Piccolo di Caserta le divertenti volgarità di Angelo Bove

Al Piccolo di Caserta le divertenti volgarità di Angelo Bove

LOC. angelo Bove 1 - Copia(Enzo Battarra) – Sarà Angelo Bove nelle vesti di attore comico il protagonista del penultimo appuntamento della diciassettesima stagione teatrale del Piccolo Teatro di Caserta in via Louis Pasteur 6 in zona Centurano. Lo spettacolo “Fallo… in volgare… ma non troppo” andrà in scena sabato 29 alle ore 21 e domenica 30 aprile alle 19.

In realtà Angelo Bove è letteralmente il padrone di casa del CTS. Questa pièce è scritta, diretta, adattata e interpretata da lui. Come si legge in una nota diffusa alla stampa, la rappresentazione è a tratti musicale, composta da vari sketch di cabaret scurrile, eseguiti più che altro in lingua napoletana, dalla durata di circa 1 ora e 15 minuti.

Si inizia con il personaggio del mimo che inavvertitamente scopre la presenza in scena di una batteria a percussione invisibile e che lo stesso soggetto poi mimerà il percuotere della batteria con movimenti sincronizzati, provocando una stravagante comicità. Dopo un brevissimo dialogo con un uomo invisibile, iniziano i vari sketch che daranno luogo a una tipologia di spettacolo che un po’ ricorda il varietà musicale di una volta. Infatti, nel contesto di tutto lo spettacolo sono presenti canzoni umoristiche, classiche napoletane, che saranno eseguite con sarcasmo dallo stesso Bove, anche se alcune di queste si presenteranno con il testo adattato opportunamente alla scenetta da rappresentare.

In tutto questo ovviamente c’è da tenere presente la linea comune di tutto lo spettacolo, ovvero la tematica principale e peculiare sulla quale nasce e si costruisce uno spettacolo con un titolo del genere: una passerella di espressioni dialettali volgari che provocano un umorismo costruito proprio sui doppi sensi e legittimato dalle stesse villanie popolari e tradizionali. Questo spettacolo è stato opportunamente “apparecchiato” per proporre una comicità, certamente con forte impatto e licenziosità impudica, ma senza dubbio con notevole ironia e dignitosa consapevolezza, evitando così un calo di stile.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Arrivano i clown! Villa Giaquinto, un palcoscenico… naturale

Luigi D’Ambra – Dal palcoscenico del Parravano a quello più naturale di Villetta Giaquinto. Prende il via a Caserta, infatti, giovedì 6 luglio, con inizio alle ore 20.30, la prima

Spettacolo

Gino Licata, cantautore ostinato. E il 10 c’è Riccardo Ceres

(Claudio Sacco) – Il cantautore casertano Gino Licata sarà protagonista dello spettacolo musicale “Le napoletane sono belle” in programma domani sera alla “La Cantina degli Ostinati”, di cui è direttore

Primo piano

Caserta circuito teatro, Papaleo tra Garibaldi e Comunale

(Beatrice Crisci, ph Maria Laura Antonelli) – Sta diventando un circuito virtuoso il triangolo teatrale tra Caserta, Santa Maria Cv e Capua. Lo spettacolo di Vincenzo Salemme “Una festa esagerata!”