A Caserta lo spettacolo è in Foyer, Identité apre la “tre giorni”

A Caserta lo spettacolo è in Foyer, Identité apre la “tre giorni”

Maria Beatrice Crisci – Venerdì 31 gennaio alle ore 21,30 la prima serata musicale della «tre giorni» che consacrerà il Foyer del Teatro Comunale di Caserta come spazio culturale e creativo riconquistato alla città. L’organizzazione delle tre serate è a cura della GenoveseManagement in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano e il Comune di Caserta.

L’idea è quella di trasformare il Teatro Comunale, dedicato a Costantino Parravano, e l’annesso edificio dell’ex Pretura in una vera e propria macchina della cultura, che ha come fulcro proprio gli ampi e articolati spazi del foyer. Non solo teatro dunque, ma anche caffè letterario, salotto giornalistico, luogo espositivo, sale per concerti, proiezioni cinematografiche d’essai. Insomma, un vero e proprio hub culturale nel cuore della città, in via Mazzini.

La «tre giorni» dal 31 gennaio al 2 febbraio vivrà di musica, ma anche di sconfinamenti in altri linguaggi dell’arte. E al tutto si aggiungerà anche una piacevole incursione nella gastronomia accompagnata dalla degustazione di ottimi vini che sono eccellenze del territorio.

Nell’ottica di una cultura multidisciplinare si inserisce IDENTITÉ, un progetto che arriva per la prima volta a Caserta e che unisce diverse forme di espressione: musica, danza, arti grafiche e recitazione. Quella visiva con la graphic novel di Peppe Barile, quella uditiva con le sonorità create da Massimo D’Avanzo e quelle cinestesiche con la danza orientale di Carmen Famiglietti.

Identité è una fiaba contemporanea fra il Medio Oriente e il Vesuvio in musica, parole e immagini. È anche una raccolta di canzoni, in buona parte originali, che fanno da narrazione parallela ai temi del racconto. Voce e danza sono di Carmen Famiglietti. Testo di Massimo D’Avanzo. Illustrazioni e voce recitante di Peppe Barile. Le canzoni sono composte ed eseguite dai Wum, ovvero Massimo D’Avanzo & Carmen Famiglietti. È prodotto da Asd Perla Etnica. Lo spettacolo sarà preceduto alle ore 20,30 dall’apericena arricchito dal vino spumante dell’azienda Tenuta Fontana.

Il secondo evento è per sabato primo febbraio alle ore 21 con Linda Andresano live. La cantante soul jazz presenterà il suo ultimo album «I Miss You». Con lei, Marco De Gennaro al piano e Domenico Andria al contrabbasso. Apericena con i vini della Cantina di Lisandro.

Terzo atteso appuntamento è, infine, per domenica 2 febbraio alle ore 21. Gino Licata in «Le napoletane sono belle» con Mimì Ciaramella alla batteria, Pietro Paolo Veltre al basso, Piero Ventrone al piano e al sax, Alfonso Brandi chitarre. Un viaggio immaginario che attraversa la musica napoletana d’autore fondendo l’ispirazione dei miti classici della Napoli musicale e letteraria dei primi del Novecento e la contemporaneità delle musiche e delle liriche del cantautore stesso. Apericena con i vini dell’azienda Il Verro.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9740 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Malot il figlio indipendente di Balzac alla Parthenope

(Antonella Guarino) – Mercoledì 22 marzo alle ore 10 presso la sede di palazzo Pacanowski dell’Università Parthenope, aula 2.5, avrà luogo la giornata internazionale “Hector Malot au carrefour des cultures”.

Primo piano

Bookcrossing a Caserta, inaugurate altre tre casette dei libri

Emanuele Ventriglia -«Una delle attività del Rotary è sostenere l’istruzione, in ogni parte del mondo dove ce n’è ancora bisogno. Ancora oggi oltre 775 milioni di persone di età superiore

Primo piano

A Ferragosto aperti la Reggia e gli altri musei casertani

(Redazione) – Musei da scoprire, musei da rivedere. Il giorno di Ferragosto un tempo era tradizionalmente legato o alla calura della spiaggia o alle gite fuori porta. Ora è un