Al Moro di Cava entra in campo il trio delle meraviglie

Al Moro di Cava entra in campo il trio delle meraviglie

(Redazione nusica) – Greg Hutchinson alla batteria, Julian Oliver Mazzariello al pianoforte e Dario Deidda al basso protagonisti venerdì 13 gennaio del nuovo appuntamento in jazz al Moro di Cava dè Tirreni, inizio alle ore 22.

Stella della serata è sicuramente Gregory Hutchinson, musicista che per Jazz Magazine è da considerare come “The drummer of his generation”. Nativo di Brooklyn da molti anni è uno dei più apprezzati batteristi della scena jazz mondiale. Batterista dalle doti tecniche poderose e impeccabili, tradotte in una concezione musicale raffinata che esprime uno swing definitivo, dinamico e sofisticato è capace di abbracciare l’intera storia del linguaggio espressivo del proprio strumento. Il suo debutto professionale è stato come sideman del trombettista Red Rodney. In seguito, Hutchinson ha suonato, tra gli altri, con i gruppi di Betty Carter, Roy Hargrove, Ray Brown, Joshua Redman e Joe Henderson.

In questa formazione inedita in trio non vuole essere un tributo a qualche grande artista del passato, ma un vero e proprio progetto mirato a evidenziare la personalità di due giovani talenti italiani. Mazzariello al piano ha un fraseggio dalle raffinate tessiture timbriche, i suoi soli introduttivi liberano le armonie nella continua ricerca di suoni particolari, sempre attento ascoltatore di ciò che sta accadendo, il pianista si muove con entusiasmante equilibrio, arricchendo con le sue note quelle che escono dalla potenza sprigionata dai suoi due compagni di palco. Dario Deidda è un musicista dalla grande forza comunicativa, considerato il “miglior bassista jazz italiano” dal 2010 a oggi dalla rivista specializzata “Jazz It”. Lui ama definirsi un artista a 360 gradi, ma il suo mondo musicale preferito è il jazz, di cui è profondo conoscitore, dagli standard fino alle tendenze più attuali, tentando di imporsi con il basso elettrico, uno strumento non molto considerato in questo genere. Per questo sta sperimentando vari strumenti semiacustici per dare uno spessore sonoro alternativo al contrabbasso, in cui si è diplomato al conservatorio di Salerno.

Tre straordinari musicisti per un evento da non perdere.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Le creazioni di Carla Castaldo a Palazzo Serra di Cassano

Regina Della Torre – Proseguono con successo gli eventi organizzati da Stella Orazio, ideatrice e curatrice di Maplis Events, nello spazio dell’associazione Mapils, a Palazzo Serra di Cassano, in via Monte

Primo piano 0 Comments

Serata sushi da Morsi & Rimorsi. Arriva lo chef Ignacio Ito

A chiudere il ciclo di serate “Cena d’Autore” organizzate e promosse dai fratelli Giuseppe, Luca e Paolo Capece titolari del bistrorante casertano Morsi e Rimorsi che ha sede in via

Carpisa sceglie la Reggia di Caserta con testimonial Penelope Cruz

(Beatrice Crisci) – La Reggia di Caserta sempre più di “moda”. E’ davvero il caso di dirlo! Infatti, la nota azienda campana di accessori Carpisa ha scelto proprio la Reggia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply