Cantieri scuola, Confindustria e Agrorinasce siglano l’intesa

Cantieri scuola, Confindustria e Agrorinasce siglano l’intesa

Maria Beatrice Crisci

IMG_2401 2– “Quando la formazione si fa per essere utilizzata sui cantieri dei beni confiscati, sicuramente si può dire che ha un valore maggiore. E non parlo solo della formazione in senso stretto, ma anche per quello che si realizza sul territorio”. Così l’amministratore delegato di Agrorinasce, Giovanni Allucci.

L’occasione è stata la presentazione del nuovo protocollo d’intesa tra Agrorinasce, il Formedil, l’Ance di Confindustria Caserta, la Feneal-Uil, la Filca-Cisl, la Fillea-Cgil della provincia di Caserta, per la realizzazione di “cantieri scuola” nei beni confiscati alla camorra amministrati da Agrorinasce e del programma di interventi per l’anno 2017/18. Con Allucci, il presidente del Formedil Scuola edile della Provincia di Caserta Gaetano Barbarano che ha sottolineato “l’importanza del progetto fatto per un fine sociale”, garantendo “il massimo impegno della categoria”. A fare gli onori di casa il presidente di Confindustria Gianluigi Traettino,  in rappresentanza anche dell’Ance. “La promozione di iniziative – ha detto – tese a diffondere la cultura della legalità nelle nuove generazioni e nelle classi dirigenti è senz’altro un mezzo per richiamare l’attenzione sulla legalità e sul suo ruolo di asset fondamentale per il disinquinamento morale del territorio”. Presenti altresì il vice presidente del Formedil Scuola edile della Provincia di Caserta e segretario provinciale della Fillea-Cgil Vincenzo Maio e la Feneal-Uil, con il segretario provinciale Antonio Cirillo, la Filca-Cisl con il Responsabile Territoriale Antonio Gelo.

Allucci ha infine sottolineato: “In questi ultimi anni abbiamo fatto davvero un grande lavoro, ma invero c’è stata una grande rete istituzionale che ci ha permesso di realizzare e fare tante cose con minore difficoltà. Questo significa che quando più c’è una rete istituzionale forte fatta anche da sindacati, imprese e istituzioni si creano le condizioni giuste per realizzare non solo il recupero del bene confiscato, ma anche la sua valorizzazione”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9727 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Comunicati

Sedici Modi di dire Ciao, al Giffoni arrivano Clementino e Siani

Sarà all’insegna della musica, della creatività e della gioia il secondo campus di Sedici Modi di Dire Ciao: l’iniziativa di Giffoni Experience, selezionata dall’impresa sociale Con i Bambini e interamente

Primo piano

Serve un tutor o un tutorial? L’Università Parhenope risponde

Claudia Mignola* – Sentiamo spesso il termine “tutor” utilizzato in ambito scolastico e universitario, mentre diventa sempre più comune la pratica di cercare e seguire “tutorial” per realizzare lavori con

Primo piano

Capua, i paesaggi intimi di Livio Marino e Antonello Tagliafierro

Maria Beatrice Crisci – A Capua lo storico Palazzo Fazio riapre le sue porte domani per la doppia personale «Paesaggi» degli artisti Livio Marino Atellano e Antonello Tagliafierro. L’evento rientra