Com’è smart questa città. Accordo tra Caserta e Terre Blu

Com’è smart questa città. Accordo tra Caserta e Terre Blu

(Maria Beatrice Crisci) – Approvato dalla giunta comunale di Caserta, su proposta del sindaco Carlo Marino, la schema di protocollo d’intesa con Terre Blu, associazione che opera da tempo sul territorio casertano e sviluppa in collaborazione con esperti ed esponenti del mondo del design dei beni culturali, temi inerenti la valorizzazione del patrimonio storico-artistico e paesaggistico in chiave green e smart. Proprio nei giorni scorsi l’associazione “Terre Blu” ha trasmesso al Comune di Caserta lo studio sul tema “Caserta smart city. Dai lumi della ragione alla green economy”, che focalizza gli elementi salienti per una coerente e condivisa programmazione strategica della Città.

Il protocollo d’intesa stabilisce l’attuazione delle seguenti attività di studio, ricerca e formazione:realizzare e pubblicizzare tutte quelle iniziative ritenute idonee a promuovere le arti contemporanee, anche in relazione al design, all’artigianato, alle attività produttive e alla valorizzazione culturale e turistica dei territori attraverso mostre, pubblicazioni, dibattiti e seminari; realizzare laboratori che impegnano attività manuali e/o intellettuali, ospitare artisti, studenti ed esponenti del mondo della cultura onde realizzare manufatti con finalità didattiche e/o di sperimentazione e ricerca; svolgere attività di studio e ricerca anche con la realizzazione di prodotti editoriali e multimediali; sostenere e divulgare la pubblicazione di testi, monografie, supporti informatici, riviste, materiali audiovisivi e multimediali; svolgere una funzione didattica, promuovere la formazione professionale dei giovani disoccupati e/o in cerca di prima occupazione, nonché l’aggiornamento, la riqualificazione e il perfezionamento dei lavoratori, l’inserimento sociale e l’avviamento al lavoro di soggetti peculiari.

Intanto, la città di Caserta ha aderito all’associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, con sede presso il Comune di Ferrara. La delibera, sempre presentata dal sindaco Carlo Marino, è stata approvata dalla Giunta. L’associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco è nata nel 1997 da una intuizione dei Comuni di Alberobello, Andria, Capriate San Gervasio, Ferrara, Matera, Ravenna e Vicenza, insigniti del prestigioso riconoscimento di Patrimoni dell’Umanità. Sette realtà locali – si legge nella presentazione dell’associazione – convinte dell’utilità di costruire una collaborazione progettuale con altre città e con altri soggetti per sostenere efficaci interventi di promozione dei propri territori. L’Associazione svolge un’intensa attività di sostegno alle politiche di tutela e valorizzazione dei territori e dei beni insigniti del prestigioso riconoscimento Unesco e rappresenta uno dei referenti prioritari per tutti coloro che, enti pubblici e soggetti privati, hanno a cuore lo straordinario Patrimonio culturale e paesaggistico del Paese. Il provvedimento di oggi segue di pochi giorni la delibera di Giunta comunale con la quale è stata decisa l’istituzione dell’Ufficio UNESCO della Città di Caserta.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Spettacoli e musica, saranno brividi d’estate all’Orto Botanico

“Per ogni minuto che teniamo gli occhi chiusi perdiamo sessanta secondi di luce”. E’ da questo incalzante pensiero che ha preso vita il programma di Brividi d’Estate 2021, ventesima edizione della

Primo piano

Ragazzi in Aula. Il liceo Quercia in Consiglio Regionale

(Comunicato stampa) -Gli studenti del Liceo “Federico Quercia” , di cui e’ Dirigente Scolastico il Dott. Diamante Marotta, approdano al Consiglio Regionale della Campania, presieduto dall’Onorevole Gennaro Oliviero, per discutere

Primo piano

Aversa Millenaria, al via cabina di regia e comitato scientifico

Luigi Fusco -C’è grande attesa ad Aversa per l’anno che verrà: il 2022. A nutrire già non poche aspettative sono soprattutto gli aversani, desiderosi di assistere agli eventi culturali e