Coronavirus. Bottiglieri ai genitori, tenete a casa i vostri figli

Coronavirus. Bottiglieri ai genitori, tenete a casa i vostri figli

Claudio Sacco -La Presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta Maria Erminia Bottiglieri rivolge un appello non solo ai medici impegnati in prima linea in questi giorni di emergenza coronavirus, ma anche e soprattutto ai cittadini casertani.

Queste le sue parole: «Nonostante le ordinanze emanate nelle ultime ore, vedo che il problema potrebbe non risolversi. Purtroppo, il senso civico di alcuni cittadini non c’è. Mi riferisco in particolare alle migliaia di ragazzi di Caserta e della provincia che continuano a riversarsi nelle strade dopo la chiusura delle scuole. Mi rivolgo ai genitori di questi ragazzi perché loro possono, anzi hanno l’obbligo, in questo momento, di impedire ai loro figli di continuare a uscire e devono farlo non solo per proteggere loro stessi ma anche l’intera comunità. E’ un problema serio ma noto che la sensibilità nei confronti dell’emergenza non c’è e, sinceramente, non riesco a capire se non si è capita la serietà della problematica o se si è sottovalutata. Se non si rispettano le direttive tutte le azioni intraprese saranno state inutili perché ci sarà un tale aumento dei contagi che il Sistema Sanitario Nazionale non potrà fronteggiare. Finalmente anche l’ordinanza per la chiusura di discoteche, pub, palestre ed altri luoghi di aggregazione che io avrei adottato anche prima. Mi rendo conto che sono parole e decisioni forti ma servono, spero, per rendere consapevoli tutti che seguire le indicazioni è OBBLIGATORIO ed INDISPENSABILE.

Io e tutti i miei colleghi saremo sempre in prima linea a combattere, rischiando in prima persona quotidianamente, ma senza il Vostro aiuto non riusciremo a vincere: aiutateci ad aiutarvi.

Un ringraziamento particolare ai tanti operatori sanitari che in queste ore stanno lavorando senza sosta, giorno e notte, spesso lontani dalle loro famiglie, dimostrando un grande senso di dovere nel rispetto pieno della Deontologia».

Condividi questo articolo:

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 5543 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Dissesto Provincia di Caserta. La Sgambato auspica l’arrivo di fondi dal Governo

“La decisione, a fronte del parere negativo di Governo e Relatore, di ritirare l’emendamento ‘salva Province’ non deve far venire meno l’impegno di tutti per assicurare il funzionamento dell’Ente Provincia. 

Condividi questo articolo:
Editoriale

14 luglio, la presa della Bastiglia. Un tempo era Rivoluzione

Enzo Battarra, illustrazione di Giancarlo Covino – Il 14 luglio è la presa della Bastiglia.  Ovvero l’apoteosi della Rivoluzione francese. Correva l’anno 1789. È una data che va ricordata. Quel motto

Condividi questo articolo:
Primo piano

Castel Campagnano, “Anime Borboniche” nel Castello Ducale

Maria Beatrice Crisci (ph Pino Attanasio) – “Tutto ciò che è questo territorio, Napoli e poi Caserta, mi ha sempre ispirato. Dalla musica al teatro e poi al cinema. Ho

Condividi questo articolo:

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply