Dieci anni senza Mama Afrika, Castel Volturno ricorda Miriam

Dieci anni senza Mama Afrika, Castel Volturno ricorda Miriam

Pietro Battarra

Schermata 2018-11-07 alle 19.32.28– Sono dieci anni dalla scomparsa Miriam Makeba (Johannesburg, 4 marzo 1932 – Castel Volturno, 9 novembre 2008), la leggendaria cantante sudafricana, simbolo di lotta contro il regime dell’apartheid. La sua popolarità internazionale si deve soprattutto al grande successo della canzone “Pata pata”, pubblicata nel 1957. Il 9 novembre ricorre il decennale. Proprio a Castel Volturno, città che ospitò la sua ultima esibizione dal vivo 10 anni fa a Baia Verde, sarà luogo di celebrazioni in onore di Mama Afrika. Due giorni di iniziative che anticipano il grande evento live in programma a dicembre con artisti italiani e internazionali.

Si inizia venerdì 9 novembre con una doppia replica (ore 10.30 per le scuole e ore 20.30 al Teatro Santaniello) dello spettacolo “Le voci di un sogno”, ideazione e regia di Gigi Di Luca, drammaturgia di Davide Sacco, con la partecipazione di 22 migranti e artisti professionisti. “Le voci di un sogno” è uno spettacolo di teatro, musica e danza che omaggia le figure di  Nelson Mandela e Miriam Makeba e si fa portavoce dei loro messaggi di attivismo pacifista, rispetto dei diritti umani, diffusione dei valori della solidarietà e dell’accoglienza.

Sabato 10 novembre, invece, alle 16 all’Arena di Piazza Castello spazio al teatro delle guarattelle di Bruno Leone, in scena con lo spettacolo creato ad hoc per l’occasione, “Pulcinella e Mamma Africa”. Insieme con Leone – artista che si è spesso esibito in zone di conflitto e di sofferenza, dalla Palestina al Libano, dal Chapas ai villaggi dell’India – ci saranno anche le tammorre di Romeo Barbaro e la voce di Irene Vecchia.

In serata, inoltre, dalle 20,30 il Centro Fernandes accoglierà la performance musicale della cantante nigeriana Sonia Aimy accompagnata dagli Afro Dream, ensemble multietnico di 5 musicisti tra Highlife, Makossa, Afro-beat e tradizionali call e response. Tutti gli eventi, organizzati da La Bazzarra, in collaborazione con la Regione Campania e la Città di Castel Volturno, sono a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6248 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Editoriale

25 novembre, la giornata per dire no alla violenza sulle donne

Tiziana Barrella * – Emulazione? Crollo dei valori? Mancato rispetto della vita? Cosa scatena l’ira e la violenza sulle proprie compagne, sulle madri dei propri figli, su giovani ragazze o

Cultura

Accademia Yamaha, il Concerto per la Pace ha chiuso l’anno

Maria Beatrice Crisci -Grandissima partecipazione al Concerto per la Pace organizzato dall’Accademia Musicale Yamaha di San Nicola la Strada e dall’Accademia Città di Caserta dirette dalla professoressa Mena Santacroce. Un

Primo piano

Innovazione, le proposte della CIA al commissario Hogan

Innovazioni tecnologiche, organizzative e commerciali, semplificazione burocratica, rafforzamento delle filiere produttive e difesa della redditività dei piccoli produttori contro l’eccessiva volatilità dei prezzi. Sono proposte puntuali e concrete quelle che

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply