Disagiati ma vincenti, a loro il premio dell’AlberThon

Disagiati ma vincenti, a loro il premio dell’AlberThon

(Enzo Battarra) – Saranno anche “I Disagiati”, nome che loro stessi si sono attribuiti, ma certamente sono stati resistenti e performanti. Sono loro i vincitori dell’AlberThon, la maratona informatica di 24 ore no-stop organizzata dalla Fondazione Mario Diana e ospitata nella sede casertana di 012Factory.

Ma chi sono questi “disagiati”? I loro nomi sono Vincenzo Santopietro (24 anni), Davide Nardone (27 anni), Gianmaria Perillo (26 anni), Francesco Battistone (27 anni e il titolo di capitano della squadra) e Antonio Liguori (29 anni). Sono cinque studenti di Informatica Applicata dell’Università Parthenope di Napoli e hanno presentato la loro versione beta, originale e innovativa, dell’applicazione AlberThon dedicata all’istruzione universitaria e alla formazione professionale dei giovani talenti.

Per 24 ore lo strategico palazzetto dell’innovazione che è appunto la sede di 012Factory, lì dove inizia il sontuoso viale Carlo III, partendo proprio dall’ombra della Reggia di Caserta, ebbene quella sede è stata invasa da decine e decine di giovani talenti dell’informatica, provenienti da vari centri della Regione. Ognuno con la T-shirt “genius @ work” ha lavorato singolarmente o in équipe. I ragazzi hanno mangiato e dormito sul posto, in una lotta contro il tempo e contro la stanchezza, trasformando l’edificio in una vera e propria “factory”, ricordando quella grande fucina di talenti che fu lo studio-laboratorio di Andy Warhol.

schermata-2016-10-29-alle-18-41-55

Qualche developer ha ceduto, abbandonando la competizione alle prime luci dell’alba. Ma la squadra dei “disagiati” non si è arresa e ha resistito fino al time out, portando a termine il lavoro con grinta e determinazione, dimostrando una forte attitudine al team working. Capacità tecniche dimostrate e originalità del progetto sono state le caratteristiche principali.

Una menzione particolare è stata assegnata al team “DKO” per l’idea originale relativa all’utilizzo dell’avatar e per la qualità della comunicazione grafica del progetto e all’équipe “Bussola” per lo sviluppo di un’app di supporto allo svolgimento della vita accademica dello studente.

Alla scadenza esatta del tempo,  l’hackathon è terminato e si è insediata la commissione di valutazione composta da Antonio Diana, presidente della Fondazione Mario Diana, Rosaria della Valle, responsabile del progetto “Prometeo”, Giulio Lippi, creative director, Maria Laura Mastellone, docente universitaria, e Fabrizio Lapiello, Intel software innovator di 012Factory.

Dopo la proclamazione del team vincitore, tutti i partecipanti sono stati premiati con un ricordo della 24 ore no-stop: una statuetta che riproduce la mascotte di AlberThon.  Tra 45 giorni – così come previsto dal bando – “I Disagiati” presenteranno la versione finale, release, dell’applicazione sviluppata ed entro 30 giorni dalla consegna riceveranno il premio in danaro di diecimila euro.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Data apertura caccia, l’ok di Lauria (Wwf) all’assessore Caputo

Claudio Sacco -«L’assessore regionale all’Agricoltura Nicola Caputo ha presentato al Comitato Tecnico-Faunistico Venatorio regionale la proposta di calendario venatorio per la prossima stagione di caccia». A darne notizia è il

Caserta incontra il mare. La cucina di Peppe Daddio da Morsi & Rimorsi

(Enzo Battarra) – Un morso e un altro ancora. Senza rimorsi. Ma con tutto il gusto che una cucina d’autore sa evocare. Il celebre chef Peppe Daddio, ideatore e formatore

Napoli, alla Misericordiella la personale di Valentina Palazzari

Maria Beatrice Crisci (ph Pino Attanasio) – È la Chiesa di Santa Maria della Misericordia ai vergini ad accogliere la personale di Valentina Palazzari «Si sta come d’autunno». È un

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply