Il vescovo e la sua città. A Sant’Arpino il libro di Pasquale Cominale

Il vescovo e la sua città. A Sant’Arpino il libro di Pasquale Cominale

(Comunicato stampa) -Domenica prossima, 19 maggio 2024, a partire dalle ore 10.30, presso il Salone dei Busti di Palazzo Ducale “Sanchez de Luna”, si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Pasquale Cominale “Il vescovo e la sua città – un prelato venuto dall’Africa”. Trattasi del racconto della fondazione della prima comunità che poi diede origine a quella che oggi è Sant’Arpino, ad opera del vescovo confessore Elpidio, un prelato venuto, appunto, dall’Africa; un mauritano venuto da Cartagine; racconto che incrocia elementi della storia, elementi della fantasia, elementi della tradizione, elementi della devozione.

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Culturale “Sophìa”, con il patrocinio del Comune di Sant’Arpino, nell’ambito del progetto “Riscrivere Atella”, ed è quella che annualmente l’associazione medesima – nel quadro della “Rassegna permanente Persona & Logos” – riserva all’iscrizione a “Il maggio dei libri”, campagna di diffusione dei libri e della lettura promossa dal CEPELL  (Centro PEr il Libro e la Lettura), del Ministero della Cultura, come uno dei requisiti essenziali per il mantenimento della qualifica di “Città che legge”, che il Comune medesimo ha conseguito per tre bienni consecutivi, ed è in attesa del bando per aggiungerne il quarto.

Il programma dell’evento, che sarà introdotto da Antonio Moccia e coordinato da Enrica Romano, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Associazione Culturale “Sophia”, prevede i saluti del sindaco di Sant’Arpino, Ernesto Di Mattia, e dell’assessore alla cultura, Giovanni Maisto; gli interventi di Pasquale Cominale, autore del libro; don Michele Manfuso, parroco della Chiesa di Sant’Elpidio Vescovo; Debora Belardo, dirigente scolastico dell’I.C. “Rocco-Cav. Cinquegrana”; Giuseppe Limone, docente universitario, filosofo e poeta, nonché autore del prologo al racconto Gli interventi saranno intercalati da letture di alcuni stralci del libro, a cura di Elisabetta Mercadante, attrice e interprete.

È prevista, inoltre, la partecipazione attiva degli studenti e delle studentesse della classe Prima B della Scuola secondaria di primo grado “Vincenzo Rocco” di S. Arpino, guidati dalla docente Giovanna Capuano, i quali dibatteranno con l’autore e con i relatori intorno agli argomenti trattati nel libro.

Il fotoreportage della presentazione sarà curato da Luigi Buonincontro, fotoreporter accreditato presso i massimi contests, manifestazioni culturali e premi nazionali.

La mattinata si concluderà con la degustazione di prodotti tipici del luogo e vini pregiati gentilmente offerti dal Caseificio Di Santo  e da Fabulae – Terre del Volturno.

About author

You might also like

Cultura

Pulcinellamente. Michele Cucuzza: una esperienza indimenticabile

“Una esperienza indimenticabile ed emozionante. Qui c’è l’esempio dell’Italia migliore. C’è l’esempio di come le cose dovrebbero andare per tutto. Cioè l’unione tra la scuola, le scuole, le famiglie e

Primo piano

Microchip day. A Casagiove in piazza Mercato con Nati Liberi

Claudio Sacco  – Il Comune di Casagiove e la Asl di Caserta, in collaborazione con i volontari dell’associazione Nati Liberi, promuovono una giornata di microchippatura itinerante. Domani domenica 30 giugno dalle

Primo piano

Ma che bella città… quella che vorremmo, firmato WWF

(Beatrice Crisci) – Il Panda Team del Wwf Caserta esce allo scoperto e invia una lettera aperta al sindaco Carlo Marino e alla stampa. Il tema è la “città normale” che il