“Left behind”, così Paolo Bini ha già conquistato la Reggia

“Left behind”, così Paolo Bini ha già conquistato la Reggia

(Beatrice Crisci) – «Con questa mia mostra ho inteso rispettare quello che c’è stato prima nelle sale, ovvero i grandi artisti della collezione Terrae Motus, e ho inteso rispettare un ambiente sacro, importante, di una bellezza d’Italia». Così Paolo Bini alla conferenza stampa di presentazione della sua personale alla Reggia di Caserta. “Left behind” il titolo, vernissage domenica 18 dicembre alle ore 17.

Sarà la prima volta che le retrostanze del Settecento, parte integrante degli appartamenti storici, finora destinate ad accogliere le opere dei maestri di Terrae Motus, verranno destinate a ospitare una personale, tra l’altro di un giovane artista. Ma in realtà Paolo Bini è un vero astro nascente dell’arte italiana. Recente vincitore del Premio Cairo, lui è un talento visionario, un costruttore di sinfonie visuali, di opere policrome di straordinario incanto.

La mostra è stata voluta dal direttore generale e dai suoi più stretti collaboratori, in primis Vincenzo Mazzarella. Ma si avvale della collaborazione della galleria Nicola Pedana di Caserta ed è stata realizzata sotto il matronato della Fondazione Donnaregina Museo Madre di Napoli.

Il risultato è un’esposizione che nasce specificamente per quegli spazi, in armonia con gli affreschi, con gli stucchi, con tutti quei decori, con l’architettura stessa, una mostra site-specific, dunque, capace di emozionare e di rapportarsi ai luoghi e alla loro storia. Questo è “Left behind”, uno scoprire ciò che c’è dietro l’opera, la sua storia, le sue radici. Ma è anche la capacità di lasciarsi dietro le spalle qualcosa di sé per iniziare un nuovo corso.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Elezioni Caserta. Iarrobino: contrasto alla violenza e progetti per le pari opportunità

Prevenzione e contrasto alla violenza, progetti per le pari opportunità e conciliazione, sono questi i tre principali temi su cui il candidato sindaco Gianfausto Iarrobino sta concentrando la propria attenzione,

Primo piano

Mythos, la collettiva al Museo dell’Antica Calatia a Maddaloni

Luigi Fusco -Quando il mito diventa arte, soprattutto se contemporanea.Mythos è il titolo della collettiva che verrà inaugurata sabato 14 ottobre, alle 18.30, presso il MuseoArcheologico dell’Antica Calatia a Maddaloni.Ben