ManzoniDì, un festival della cultura celebra il grande romanziere

ManzoniDì, un festival della cultura celebra il grande romanziere

Comunicato stampa -Venerdì 26 gennaio alle ore 9.00 presso l’Auditorium della Provincia si terrà il 𝐌𝐚𝐧𝐳𝐨𝐧𝐢𝐃𝐢̀, un Festival della cultura per celebrare la grandezza di Alessandro Manzoni e promuoverne la conoscenza tra le nuove generazioni. Nel 1873, si spegneva l’Autore de “I Promessi Sposi”, figura di spicco nella storia culturale italiana. In onore della sua memoria, il Festival – nato da un’idea del 𝐏𝐫𝐨𝐟. 𝐌𝐚𝐬𝐬𝐢𝐦𝐨 𝐒𝐚𝐧𝐭𝐨𝐫𝐨, sostenuta dal 𝐃.𝐒. 𝐀𝐝𝐞𝐥𝐞 𝐕𝐚𝐢𝐫𝐨 – coinvolgerà attivamente gli istituti comprensivi locali “Collecini”, “Giannone-De Amicis”, “Da Vinci-Lorenzini” e “Vanvitelli”. Gli studenti di questi istituti si esibiranno in originali riletture del romanzo Manzoniano. Cifra caratterizzante di questa manifestazione è la partecipazione attiva degli studenti stessi, chiamati a comporre una giuria popolare. Dopo ogni esibizione, i giurati esprimeranno le loro valutazioni attraverso un QR code, valutando quattro categorie: la fedeltà al testo, la rilettura, il coinvolgimento e la varietà dell’allestimento. A queste categorie si affiancherà un premio speciale assegnato dai giovani del “Laboratorio Teatro Classico” del Liceo Manzoni, attivo da quasi quindici anni con produzioni teatrali in tutta Italia. Il ManzoniDì si presenta come un evento all’insegna della partecipazione, senza vincitori o vinti, abbracciando i valori di semplicità e umiltà che Alessandro Manzoni cercava di trasmettere attraverso le pagine del suo romanzo immortale. Un’occasione da non perdere, come pure il prossimo appuntamento: quello del 𝐒𝐞𝐜𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐎𝐩𝐞𝐧 𝐃𝐚𝐲, 𝐝𝐨𝐦𝐞𝐧𝐢𝐜𝐚 𝟐𝟖 𝐠𝐞𝐧𝐧𝐚𝐢𝐨, dalle 10.00 alle 13.30. Un team di docenti sarà disponibile dal lunedì al venerdì mattina, il pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00 ed il sabato fino alle 14.00.

About author

You might also like

Arte

Cyfest, arte e tecnologia si incontrano alla Reggia di Caserta

Maria Beatrice Crisci – Il Cyfest è il più importante festival russo di arte e tecnologia. Arriva per la prima volta in Italia e sceglie la Reggia di Caserta. L’inaugurazione è

Primo piano

Otto marzo, il MantoLive Caserta si riempie di Mille Bolle Blu

(Maria Beatrice Crisci) – “Le mille bolle blu”, un titolo sognante. Era il 1961 quando Mina lanciò questa appassionante e ritmata canzone. Ebbene, Le Mille Bolle Blu è oggi il nome

Primo piano

La Caserta di Pasolini, sui colli Tifatini cinema e pittura uniti

Luigi Fusco – Nasceva 100 anni fa Pier Paolo Pasolini. Intellettuale a tutto tondo, scrittore, poeta, regista, saggista e anche pittore. Della sua produzione letteraria, così come dei suoi interventi