Pazienti stomizzati. All’Ospedale di Caserta un laboratorio specifico

Pazienti stomizzati. All’Ospedale di Caserta un laboratorio specifico

-Implementando le azioni che attestano la particolare attenzione per il paziente fragile, la Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta ha sostenuto l’istituzione di un ambulatorio specialistico per i pazienti enterostomizzati, che afferisce all’Unità operativa complessa di Chirurgia dei Grossi Traumi, diretta dal dott. Mauro Andreano.

Il neonato ambulatorio è rivolto a coloro che, a causa di tumori o per altre patologie intestinali, sono portatori di colostomia o ileostomia. Ampia la platea dei destinatari, che include sia i degenti dimessi dall’Ospedale sia gli utenti provenienti da altre strutture.

 “Il confezionamento della stomia, ano preternaturale, è purtroppo a tutt’oggi una pratica frequente -evidenzia il dott. Andreano. Tuttavia, è risolutiva per il paziente, anche se gli crea una serie di disagi che investono la sfera fisica, psichica e sociale. Il paziente stomizzato è, per questi motivi, un soggetto fragile e deve essere supportato nella gestione della stomia, nella prevenzione e cura delle possibili complicanze. L’ambulatorio che abbiamo attivato nell’Ospedale di Caserta –sottolinea il direttore dell’Uoc di Chirurgia dei Grossi Traumi- viaggia in questa direzione: prendersi cura della persona stomizzata, personalizzando e umanizzando il percorso terapeutico con il coinvolgimento del nucleo familiare”.

Nell’ambulatorio per gli enterostomizzati, ubicato al piano 1 dell’edificio N, si cura l’aspetto clinico, con le medicazioni, la sostituzione ciclica del dispositivo, il trattamento di eventuali complicanze, i consigli alimentari. Al tempo stesso, una scrupolosa attenzione è rivolta agli aspetti dell’informazione al paziente e ai familiari, della formazione ed educazione a gestire autonomamente lo stoma, del sostegno emotivo. L’attività, con la supervisione del dott. Andreano, è affidata al chirurgo Alberto Mingione e alla stomaterapista Ylenia Antonia Basco. All’occorrenza, il team è affiancato dall’intera équipe medico-infermieristica dell’Uoc di Chirurgia dei Grossi Traumi.

Sono tre le prestazioni erogate: 1) Visita di controllo, per i degenti dimessi dall’AORN di Caserta, da eseguire entro 30 giorni, cui si accede con lettera di dimissione del reparto di ricovero e su appuntamento programmato; 2) Visita chirurgica per controllo stomia – primo accesso, per gli utenti provenienti da altre strutture, cui si accede con ricetta del medico curante; 3) Medicazione di stomia – accessi successivi, per i pazienti precedentemente reclutati, cui si accede con ricetta del medico curante. In tutti e tre i casi è necessaria la prenotazione, al momento effettuabile esclusivamente agli sportelli del Cup (edificio B), che sono aperti nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, ore 8:00 – 17:00, il sabato, ore 8:00 – 12:00.

L’ambulatorio per gli enterostomizzati, aggiungendosi a quello per gli urostomizzati, attivato l’anno scorso dall’Unità operativa complessa di Urologia, diretta dal prof. Ferdinando Fusco, ha consentito di potenziare significativamente l’offerta sanitaria nel settore e di consolidare l’Azienda Ospedaliera di Caserta come punto di riferimento, sul territorio provinciale, per questa delicata tipologia di pazienti.

Comunicato stampa

About author

You might also like

Comunicati

Sergio Rubini, la “ristrutturazione” finisce in Teatro di Cortile

-Sarà il divertente racconto in forma “confidenziale” di Sergio Rubini a inaugurare la quarta settimana di Teatro di Cortile 2021 nel suggestivo palcoscenico di Palazzo Firrao Napoli, rassegna ideata e organizzata dal

Primo piano

“Como una volta”, storia di emigrazione al Piccolo di Caserta

-Terzo appuntamento di questa ventunesima stagione teatrale del Piccolo Teatro Cts di Caserta, con lo spettacolo teatrale scritto diretto e interpretato da Pietro Cerchiello, dal titolo Como Una Volta. La

Primo piano

Serre borboniche del Giardino Inglese, appello alla produzione

– Il primo avviso pubblico dell’incubatore SEMI è ufficialmente online. Oggetto dell’intervento le serre borboniche, area storica nel cuore del Giardino Inglese che ha avuto, nel corso del tempo, un