Piccolo Teatro Cts. Week end in scena con la comicità

Piccolo Teatro Cts. Week end in scena con la comicità

Pietro Battarra

– Quinto appuntamento per il Piccolo Teatro Cts di Caserta.  Sabato 25 novembre alle ore 20,30 e domenica 26 novembre alle ore 18,30 in scena ci sarà uno spettacolo del tutto particolare rispetto al tradizionale teatro. In scena una performance comica /circense dal titolo: Circ’eccentric. uno show per ogni generazione, ma allestito soprattutto per offrire ad un pubblico teatrale adulto il ricordo o l’idea di rivivere quei momenti di quando si era bambini e si sognava di andare a vedere il clown al grande tendone del circo.

Schermata 2017-11-20 alle 18.45.16Il circo dei clown è una creazione di Giulio Carfora, presidente e direttore artistico della Compagnia dei Saltimbanchi, che con la sua partner Lia Mosca porta in scena tutte le sfumature del clown. L’idea di portare il clown a teatro nasce dal tentativo e dalla volontà di fondere la magia del circo tradizionale con il linguaggio dell’artificio teatrale. Le esibizioni circensi, rapide e colorate, stimolano il pubblico a recuperare il contatto diretto con il corpo d’attore. In questo allestimento la recitazione vocale è ridotta al minimo mentre la narrazione è affidata soprattutto alla mimica e alla gestualità. Lo spettacolo offre a tutti, la possibilità di attraversare l’ombra del vivere quanto la luce e la gioia di esistere. È un tentativo di raccontare storie con una drammaturgia non convenzionale e al contempo è un’occasione speciale capace di risvegliare nella maggior parte degli adulti i ricordi allegri legati alla loro infanzia che vorrebbero trasmettere ai propri figli. Attraverso le esibizioni dei clown si tenta di accattivare l’attenzione del pubblico e di rivolgerla verso una profonda riflessione: è possibile attraversare un mondo virtuale senza l’aiuto della tecnologia? È possibile riabituare i bambini a forme di intrattenimento ludico tradizionale? Attualmente siamo talmente assuefatti ai meccanismi del sistema mediatico che la finzione si percepisce come realtà…La vera scommessa, forse, è che il mondo reale della clowneria sia trasportato nella finzione affinché dia nuovo impulso alla fantasia, alla vera essenza del gioco e all’emozione del contatto fisico.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Comunicati

Premio Bianca d’Aponte, ancora aperte le iscrizioni al contest

(Comunicato stampa) -l Premio Bianca d’Aponte per cantautrici parte, come ormai è tradizione, con un tour per presentare alcune delle cantautrici vincitrici o finaliste degli scorsi anni insieme ad artiste affermate che sono

Canale TV

Musica e solidarietà al Comunale. Nantiscia in concerto

-Nantiscia in concerto al Teatro Comunale. Venerdì 17 febbraio. L’intervista 👉

Editoriale

Giacomo Leopardi, alle origini di un poeta che è pura leggenda

Mario Caldara – A volte si è portati erroneamente a credere che i manuali di letteratura italiana, che stazionano sui banchi di scuola in tutta la loro grandezza, e ci