Puliamo il mondo, a Caserta si parte da villetta Padre Pio

Puliamo il mondo, a Caserta si parte da villetta Padre Pio

Anche quest’anno il Circolo Legambiente di Caserta aderisce alla Campagna Nazionale “Puliamo il mondo”, manifestazione di sensibilizzazione al senso civico del decoro, ampliando la partecipazione a due scuole casertane.

L’evento, che vedrà la presenza dell’Ente comunale casertano e di Giampaolo Parente della Direzione generale Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Campania, è organizzato per il giorno di sabato primo ottobre, dalle ore 9.30 alle 12.30, presso la villetta “Padre Pio” di via Settembrini. In questo parco coesistono un frequentatissimo angolo giochi per bambini e un’ampia zona di spazio verde, la quale sarà oggetto dell’operazione di riqualificazione sia sul profilo della pulizia che su quello importantissimo della “bellezza”.

In questo senso, a spese del circolo e con l’autorizzazione del Comune, si provvederà all’abbellimento del parco con la piantumazione di una serie di essenze arboree e arbustive scelte in base alla coerenza estetica del contesto floreale. Una ditta specializzata affiancherà i ragazzi durante l’intervento, i quali avranno in dotazione un kit di Legambiente con l’attrezzatura necessaria.

Ultimamente la villetta è stata oggetto di tentativi di miglioramento, ma ancora non si avverte nessun senso di bellezza. L’abbandono e la scarsa illuminazione amplificano la percezione di un luogo non proprio pulito e anche questo incide sulla scarsa cura dell’ambiente, del paesaggio, del territorio. Legambiente invece ha dato e continua a dare grande importanza all’idea del bello, molto al di là della semplice estetica, in quanto coinvolge enormemente quel rapporto che lega gli individui a un luogo. Già vedere semplicemente uno spazio, un sito pulito incide sul comportamento della persona, sul suo atteggiamento di cura e di attenzione. Se si raggiunge, poi, l’idea che i territori, le piazze, le strade, i parchi, la città, gli spazi verdi appartengono ai cittadini così come le abitazioni private, allora si può cominciare a cambiare davvero in meglio aspetti importanti della vita delle persone.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7516 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Live di musica e versi al tempo del Covid. Incontri in rete

Maria Beatrice Crisci – Caserta – Bologna, andata e ritorno. La cultura, viaggia ad alta velocità. Oggi alle 18 il «Live di musica & versi al tempo del coronavirus» con

Primo piano 0 Comments

Cammina nel cielo e fa scalo a Caserta il film di Antonucci

Claudio Sacco – “Camminando nel cielo“, il film del regista casertano Angelo Antonucci dopo la presentazione a Roma, arriva a Caserta. L’appuntamento è al Duel Village domani lunedì 18 dicembre

Primo piano 0 Comments

#lacampagnanonsiferma Nocciole Papa accanto alla Coldiretti

Claudio Sacco -Sulla scia di quanto sta accadendo su tutto il territorio nazionale, dal Piemonte al Veneto, dal Lazio alla Toscana, dalla Puglia alla Campania, dove gli agricoltori della Coldiretti

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply