Reggia. Servizi di accoglienza, il bando per la comunicazione

Reggia. Servizi di accoglienza, il bando per la comunicazione

-La comunicazione è una funzione primaria per un Museo contemporaneo, internazionale e protagonista del suo tempo. Pubblicata da Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, la procedura di gara aperta per l’affidamento della fornitura degli strumenti di comunicazione per il miglioramento dei servizi di accoglienza finanziato dal Piano Cultura e Turismo (FSC) 2014-2020. La Reggia di Caserta, grazie alla fattiva collaborazione con il Servizio V del Segretariato generale del MIC e Invitalia nella gestione dei  finanziamenti, investe in un reale sistema di comunicazione.

L’Istituto è consapevole dell’importanza di costruire molteplici narrazioni dei propri articolati contenuti, assicurare l’ottimale orientamento nei propri spazi e al contempo fornire aggiornamenti quotidiani ai propri pubblici sulla ricchezza delle iniziative che rendono viva la Reggia. In linea con la Raccomandazione Unesco del 17 novembre 2015, negli ultimi anni è stato profuso grande impegno nella comunicazione, in tutte le sue molteplici funzioni. Il percorso non poteva prescindere dalla comunicazione all’interno del Museo, meta di centinaia di migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo ogni anno. Un’attività davvero ardua e complessa in considerazione della dimensione degli spazi (il Palazzo Reale si estende su una superficie  coperta circa 47.000 metri quadrati per un’altezza di 5 piani pari a 36 metri lineari, che si articolano in ben 123.300 mq; il Parco Reale si sviluppa per circa 123 ettari e circa 3,3 km di lunghezza), dell’articolata fase di trasformazione in atto, della molteplicità di destinazioni d’uso degli ambienti, della eterogeneità dei suoi pubblici e dei suoi utenti e, non da meno, della valutazione dell’impatto sulla struttura architettonica, storica, artistica e vegetale e sull’estetica dei luoghi.

L’obiettivo principale dell’affidamento sarà ripensare il sistema di comunicazione della Reggia di Caserta attuando un’azione di rinnovamento che si confronti con gli elementi macroscopici del Complesso vanvitelliano, come le composizioni architettoniche e le partiture decorative, e con gli elementi microscopici, come i dettagli, le decorazioni, i materiali e i colori. Tutto dovrà rispettare i valori identitari del Complesso vanvitelliano. Il sistema di comunicazione dovrà essere funzionale all’accessibilità, alla gestione dei flussi, alla divulgazione e valorizzazione di contenuti culturali, all’informazione di servizio ai fini della sicurezza tenendo conto delle criticità dovute alla pressione antropica e della “fatica museale”. Gli utenti devono essere supportati da una comunicazione non invasiva ed essere accompagnati nella fruizione degli spazi e dei servizi e nel piacere dell’esperienza culturale.

Sono comprese nell’appalto la fornitura e la posa in opera degli elementi dispositivi, la fornitura di mezzi, l’assistenza e le prestazioni finalizzate alla completa esecuzione delle opere, l’elaborazione dei dettagli grafici, con verifica di stabilità, i miglioramenti e le previsioni aggiuntive. Nel dettaglio i materiali da realizzare saranno: stendardi esterni; totem comunicativi esterni e interni al Palazzo reale; sistema di comunicazione all’esedra del nuovo ingresso in corso Giannone; teli per la comunicazione culturale; barriere orizzontali ; pannelli di rivestimento dei totem pre-esistenti; totem multifunzionali integrati; pannello informativo e targa per accesso agli uffici; paline integrate per la comunicazione a bandiera; pannelli di rivestimento garitte; marcatori identificativi degli esemplari vegetali del Parco reale; elementi di segnalazione cantieri temporanei; transenne per la delimitazione dei cantieri; sistema comunicativo per la scala del Ramaglietto; pannelli per il sistema comunicativo degli ascensori. E’ richiesto che la elaborazione dei dettagli tecnici e grafici dei prodotti oggetto di fornitura sia sovraintesa da un gruppo di lavoro appositamente costituito, composto da un architetto che abbia esperienza comprovata nell’ambito della progettazione e realizzazione di allestimenti, forniture e strumenti di comunicazione nell’ambito culturale (musei, esibizioni e mostre); un visual designer/grafico professionista, con esperienza coerente con l’oggetto dell’appalto in possesso di diploma Accademico di primo livello (AFAM) o discipline affini, oppure con comprovata esperienza nel settore del Graphic Design/Visual Design; un editor di testi/esperto in comunicazione.L’importo totale dell’appalto è pari ad € 375.100,00. La presentazione dell’offerta dovrà avvenire mediante la piattaforma telematica Invitalia accessibile dal sito https://ingate.invitalia.it. La scadenza del bando è il 9 giugno 2023.

About author

You might also like

Primo piano

Reggia di Caserta, Fausto Mesolella re di luce grazie a Lodola

Maria Beatrice Crisci – C’è anche il gigante luminoso di Fausto Mesollela, tra le sculture di Marco Lodola inaugurate il 13 giugno per la mostra Tempus-Time allestita nella Reggia di Caserta,

Primo piano

L’estate della rinascita continua, in 32mila ad agosto al Mann

Pietro Battarra -Il Mann chiude il mese di agosto con un boom di presenze. A conferma le parole del direttore del Museo Archeologico di Napoli Paolo Giulierini : “Si chiude

Arte

Preziose Emozioni, gli studenti della Vanvitelli mettono le ali

Maria Beatrice Crisci – Nel marzo scorso l’azienda Giannotti, riconosciuta per la sua “angel’s philosophy“, promosse il contest di design Preziose Emozioni per gli studenti del Laboratorio di “Design del