Stasera, punto e a capo! Massimiliano Gallo al Garibaldi

Stasera, punto e a capo! Massimiliano Gallo al Garibaldi

-Giovedì 17 novembre alle 21 al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere Teatro Diana e Città Mediterranee presentano Massimiliano Gallo in Stasera, Punto e a Capo! scritto e diretto da Massimiliano Gallo con Pina Giarmanà, Shalana Santana e l’ensemble diretto dal M° Mimmo Napolitano Giuseppe di Colandrea, sax e clarinetto Fabiana Sirigu, violino Davide Costagliola, contrabasso Gianluca Mirra, percussioni

Giovedì 17 novembre alle ore 19.00, nell’ambito de “Il Teatro degli Incontri”, Massimiliano Gallo sarà ospite al Salone degli Specchi del Teatro Garibaldi per un incontro con il pubblico, condotto da Mimmo Cice. L’ingresso è gratuito.

Massimiliano Gallo spiega: «Stasera, Punto e a Capo! Si mette un punto per cominciare. Cominciare da capo, riprendere, ma non per forza facendo un passo avanti. Si può ricominciare anche tornando un po’ più indietro. Azzerando, portando a zero, cancellando, annullando quello che di buono non si è fatto. Quello che buono non è. E allora facciamolo: generazione a confronto! Per capire se questa vita è quella che ci siamo scelti, la migliore soluzione per noi, o quella che ci hanno preparato. Avremmo bisogno di tre vite in verità: una per sbagliare, una per correggere gli errori, una per riassaporare il tutto. Io un po’ la invidio la mia adolescenza, invidio i miei anni ottanta! Gli anni della fiducia, del benessere, della positività. I primi video clip, gli Swatch, la New Wave, il Commodore 64, il Muro di Berlino, Canale5, la donna in carriera, il telefono a gettoni, Reagan e Gorbačëv. Vorrei uno spettacolo straordinario, una festa, un motivo per rincontrarsi, una festa, un motivo per rincontrarsi e ridere di come eravamo, di quello che siamo diventati. Farà bene a quelli della mia generazione e farà bene anche ai millennials, che sorrideranno al pensiero di come vivevano i loro genitori. Sarà uno splendido viaggio, fatto di parole, immagini e canzoni. Voglio dividere con voi le mie emozioni più grandi. Ho un sogno rispetto a questo spettacolo: vorrei stupirvi, lasciarvi a bocca aperta e affidarvi una sensazione di gioia che vi accompagni per giorni. Mi piacerebbe farvi tornare un po’ bambini, per darvi la possibilità di riscoprire quello che abbiamo perso in questi anni. Siamo migliori di come siamo, e forse lo abbiamo dimenticato. I miei compagni fissi in questo viaggio saranno come sempre Shalana Santana, Pina Giarmanà e cinque straordinari musicisti. Con loro al mio fianco mi sento al sicuro. Non vedo l’ora di stringervi, non vedo l’ora di buttarvi le braccia al collo… se ce lo consentiranno, è chiaro. Buio in sala, che la festa cominci!».

👩‍💻Comunicato stampa

About author

You might also like

Primo piano

L’arte contemporanea racconta Maria, la mostra è a Capua

Maria Beatrice Crisci -Tra arte e spiritualità, in occasione delle iniziative promosse dall’Arciconfraternita del SS. Rosario di Capua per l’Ottocentenario domenicano e la ricorrenza del “mese mariano”, presso la Chiesa

Primo piano

Sessanta anni di accollatori di Sant’Anna, sarà festa a Caserta

Luigi Fusco -Venerdì 27 agosto, alle 18.30, presso la sede dell’Associazione Cattolica Accollatori Sant’Anna di Caserta, in piazza Matteotti, si terranno i festeggiamenti per la ricorrenza del 60esimo anniversario della

Primo piano

Dieci anni senza Mario Pignataro, il ricordo del sindacalista

Maria Beatrice Crisci – – «Per una storia del Sindacato in Terra di Lavoro: il contributo di Mario Pignataro». Su questo tema si è sviluppato l’incontro nella sede della Cgil