Summer School Ucsi 2023, il via alla Reggia di Carditello

Summer School Ucsi 2023, il via alla Reggia di Carditello

(Comunicato stampa) – Comincia domani la Scuola di giornalismo investigativo di Casal di Principe. A confronto ci saranno il Presidente della Commissione Antimafia, l’onorevole Chiara Colosimo, alla sua prima uscita pubblica in un consesso di giornalisti; il Direttore della Dia, il generale Michele Carbone; Bruno Corda, direttore dell’Agenzia nazionale per i Beni confiscati; il Presidente della Fnsi, la Federazione nazionale della stampa, Vittorio Di Trapani, Carlo Bartoli, Presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti; i procuratori di Avellino, Potenza e Santa Maria Capua Vetere: Domenico Airoma, Francesco Curcio e Antonio D’Amato, procuratore aggiunto; i presidenti dei Tribunali di Napoli e Caserta: Elisabetta Garzo e Gabriella Casella; la giornalista ed ex parlamentare Rosaria Capacchione, l’ex senatore Lorenzo Diana e tanti altri. Ci sarà anche uno straordinario focus sulle Mafie digitali dopo la morte di Messina Denaro: il futuro che è già qui, di straordinario tempismo.

La Scuola si terrà da domani vnerdì pomeriggio 29 settembre nella Reggia di Carditello e proseguirà fino a domenica mattina primo ottobre. Il tema è «Le rivoluzioni che non ti aspetti» in occasione dei 25 anni di Agrorinasce | Agenzia per l’innovazione, lo sviluppo e la sicurezza del territorio, che dal 1998 si occupa di rivalorizzare i beni confiscati alla camorra e diffondere la cultura della legalità in uno dei territori un tempo più difficili d’Italia. Un’occasione per esaminare il percorso e i risultati conseguiti, rispetto al contesto nazionale; oltre a uno sguardo verso il futuro. L’obiettivo sarà ricordare che, oltre alle strade macchiate di sangue e ai romanzi criminali, c’è la cronaca del bene e del riscatto, come ha direttamente dimostrato la visita del Capo dello Stato Sergio Mattarella, lo scorso 21 settembre, a Casal di Principe. «I primi venticinque anni di Agrorinasce, l’agenzia per la legalità insediata nel Casertano dal Viminale nel 1998, sono il momento giusto – spiega Luigi Ferraiuolo, Direttore della Scuola nazionale di Giornalismo Investigativo – dopo la visita del Presidente Mattarella, per raccontare cosa è cambiato o meno nella lotta alle mafie, nel recupero dei beni confiscati e nel rapporto con i media e l’informazione».

Una tradizione della Summer School Ucsi è la consegna del Premio di Giornalismo Investigativo, che nel 2022 è stato assegnato a Toni Mira, inviato di Avvenire; e, alla memoria, a Silvestro Montanaro, inviato e documentarista d’inchiesta della Rai. Il vincitore 2023 è il giornalista rai Fabrizio Feo che vince la Targa Summer School Ucsi dedicata a Giancarlo Siani per il giornalismo investigativo in Italia.

«Una rivoluzione che non ti aspetti in terre di mafie –  spiega Giovanni Allucci, Amministratore Delegato di Agrorinasce, che promuove la Scuola con l’Ucsi – nel corso di questa edizione vogliamo ricordare che la scuola rappresenta anche il cuore della missione formativa di Agrorinasce”. Sono previste dieci borse di studio per l’ospitalità, riservate a giovani giornalisti, precari o disoccupati. Per ottenerle bisogna inviare una richiesta motivata all’indirizzo della Scuola. Anche per iscriversi è sufficiente inoltrare la richiesta e il curriculum all’indirizzo e-mail della Summer School: summerschoolucsi@gmail.com. La scuola, come nello spirito dell’Ucsi, è gratuita, nonostante il grosso impegno necessario per realizzarla. La Summer è anche accreditata per la formazione giornalistica sulla piattaforma dell’Ordine per ognuno dei suoi seminari. La Scuola di giornalismo investigativo è promossa da Ucsi Caserta (d’intesa con Ucsi Campania e Ucsi Nazionale) e Agrorinasce e la partnership dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e nazionale. La scuola è patrocinata dalla Federazione nazionale della stampa e dal sindacato unitario giornalisti campani, insieme con i dipartimenti di Scienze Politiche delle Facoltà di Scienze Politiche e Giurisprudenza, la Fisc, la Federazione dei settimanali cattolici e la Diocesi di Aversa.

About author

You might also like

Attualità

25 novembre, anche l’arte dice no alla violenza sulle donne

Maria Beatrice Crisci -Nella Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne @Ondawebtv ha chiamato all’appello alcuni degli artisti del territorio. Ognuno a suo modo ha interpretato questo giorno e a

Comunicati

Medici, richiesti dignità e decoro per cittadini e sanitari tutti

-«Dignità e decoro per i cittadini e i sanitari tutti». Questo è il grido di dolore che lancia il Coordinamento degli Ordini dei Medici della Campania (OMCeO). Nella nota si

Attualità

AAA Cercasi autisti piedibus a Caserta, l’appello di Città Viva

Maria Beatrice Crisci -«Cerchiamo autiste/i piedibus per l’accompagnamento dei bambini nel tragitto casa-scuola e scuola-casa». Questo l’appello lanciato dal comitato Caserta Città Viva. Riparte il Piedibus, in tutta sicurezza, osservando