Un milionario segreto si aggira in città. E Marcianise mostra tutta la sua voglia di riscatto

Un milionario segreto si aggira in città. E Marcianise mostra tutta la sua voglia di riscatto

(Enzo Battarra) –  Forse l’idea non è molto originale, ma di certo ha fatto colpo. Italia 1 ha ieri proposto la seconda e ultima puntata di “Secret Millionaire”, un programma-verità trasmesso in prima serata. Si è raccontata la straordinaria avventura di due imprenditori di successo, due “milionari segreti”, che decidono di abbandonare temporaneamente il lusso e gli agi della loro vita quotidiana, per intraprendere un “viaggio interiore” nel degrado, vivendo per dieci giorni sotto copertura, lontano da casa con pochissimi soldi in tasca, trovandosi ad affrontare i lavori più umili e rapportandosi con classi sociali economicamente disagiate e discriminate.

Ieri sera è stata trasmessa l’esperienza vissuta a Marcianise da Fabrizio Rigolio, l’imprenditore che insieme con il fratello Fabio ha fondato la Rizoma, azienda leader nel campo di accessori per moto e bici hi-tech..

La sua missione era quella di trovare persone meritevoli, altruiste e piene di valori. E Fabrizio ne ha trovate a Marcianise, donne e uomini impegnati nel campo della solidarietà con grande spirito di sacrificio. A loro, alla fine del viaggio, ha rivelato la sua vera identità e li ha aiutati, con donazioni in denaro o regali inaspettati, per far sì che i loro progetti e desideri diventino realtà.

Sulla buona riuscita della trasmissione è intervenuto con un post su Facebook anche Alessandro Tartaglione, coordinatore dell’associazione politica “Marcianise Terra di Idee” e della Asd Excelsior Boxe di Marcianise: “Finalmente una format televisivo (“Secret Millionaire” andato in onda ieri sera su Italia 1) che non si ferma all’immagine stereotipata di un Sud degradato e senza speranza. Al di là degli espedienti televisivi e dalla costruzione spesso romanzata della storia, finalmente esce fuori l’impegno, l’umana solidarietà, il sogno mai spezzato di riscatto reale di una città, la mia città. Complimenti a tutti i protagonisti!”.

Insomma, una bella storia che ha reso giustizia al cuore della città di Marcianise.

@EnzoBattarra

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8828 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Consorzio Mozzarella Dop, si diplomano le prime due “casare”

Alla Scuola di Formazione del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop si sono diplomate per la prima volta due “casare”. Si tratta di Francesca Garofalo, 20 anni di Grazzanise,

Comunicati

Michelina Di Cesare, a 50&Più il libro di Nadia Verdile

-Sarà presentato mercoledì 23, alle 17, nella sede di “50 & più” che ha organizzato l’evento, il libro di Nadia Verdile, “Michelina Di Cesare”, quindicesimo volume della Collana “Italiane”, diretta

Primo piano

Ambasciatori della cultura e del turismo, premio ai Nantiscia

Maria Beatrice Crisci – “Per la particolarità della loro musica ed il successo di pubblico, il Governatore della Regione di Samarcanda, Turobjon Juraev ha conferito ai Nantiscia il riconoscimento del