Verso Meta, viaggio di ritorno laboratoriale a Officina Teatro

Verso Meta, viaggio di ritorno laboratoriale a Officina Teatro

Officina Teatro 2– «Quando due anni fa cominciammo l’esperienza del laboratorio teatrale per i nostri utenti eravamo fiduciosi che sarebbe stato un viaggio interessante». A parlare è Augusto Ferraiuolo, responsabile del Centro Diurno presso la Unità Operativa Salute Mentale di Capua, diretta da Luigi Cioffo. a OndaWebTv  illustra l’evento “Verso Meta – Appunti per un viaggio di ritorno” che mercoledì 7 giugno si terrà alle 19 all’Officina Teatro in via dei Platani 10 a San Leucio, Caserta.

Officina Teatro 4«D’altronde non è cosa nuova – prosegue Augusto Ferraiuolo – quella di considerare il teatro un luogo privilegiato che consente l’espressione del complesso mondo interiore vissuto, dove i mondi del “normale” e del “diverso” coabitano e dialogano. Basti pensare a quella lunga tradizione che va da Leo De Berardinis e Perla Peragallo, negli anni Sessanta, fino alla contemporaneità di Pippo Delbono. Ovviamente per noi l’interesse primo non è la dimensione artistica, comunque significativamente presente, ma il piano abilitavo/riabilitativo praticato attraverso il teatro».
Officina Teatro 3Il Laboratorio IntegrAzioni, composto dai frequentatori del Centro, presenterà appunto “Verso Meta”, ideato da Michele Pagano, con l’assistente Armando De Renzo. Il progetto teatrale è stato reso possibile grazie all’intenso lavoro delle operatrici Anna Maria Tozzi e Patrizia Rondon, insieme con la cooperativa sociale Olmo. Il lavoro di ricerca è partito analizzando il “Mago di Oz”. È il viaggio di Dorothy, che attraverso il superamento delle proprie paure e delle proprie barriere arriva ad acquisire una maggiore consapevolezza della propria identità e a superare i propri limiti.
Michele Pagano, regista e fondatore di Officina Teatro, spiega com’è nato il laboratorio/spettacolo: «Abbiamo chiesto a ognuno dei nostri attori quali fossero le paure che volessero affrontare in questo viaggio teatrale. Da lì nasce il loro spettacolo. I loro occhi sono lì, pronti a superare loro stessi davanti al pubblico, in un viaggio continuo che li condurrà ad Oz»
L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito di Officina Teatro.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9731 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Reggia e Monumento al buio per M’illumino di meno

Claudio Sacco – “M’illumino di meno”, la campagna lanciata dal programma radiofonico di Rai Radio 2 “Caterpillar” a sostegno del risparmio energetico fa tappa a Caserta anche quest’anno. La città

Primo piano

Le tre S e la piramide, sesto spettacolo del FaziOpen Theater

Alessandra D’alessandro -La quinta edizione della rassegna nazionale di teatro, danza e arti performative “FaziOpen Theater 2022-2023” è arrivata al sesto appuntamento. “Le tre S e la piramide” è il

Attualità

Madonna del Carmelo, è lei la strada per la salvezza

Luigi Fusco – Oggi 16 luglio la Cristianità celebra Maria del Monte Carmelo o del Carmine tra le devozioni più antiche e più sentite. Le sue origini risalgono ai Profeti