Vinti e vincitori. Messaggio di Nogaro e della Fabbrica Wojtyla

Vinti e vincitori. Messaggio di Nogaro e della Fabbrica Wojtyla

Maria Beatrice Crisci

-Vinti e vincitori, processo a porte aperte in occasione della Giornata della Memoria. In scena al Teatro don Bosco sabato 25 gennaio alle ore 21 la Fabbrica Wojtyla con la regia di patrizio Ciu.

E questo il messaggio sottoscritto con monsignor Raffaele Nogaro: «Questo non è un invito a teatro. Non c’è da pagare nessun biglietto. Non è una richiesta di impegno ma un atto di coscienza per un incontro. Puoi rispondere si o rispondere no. La domanda è: puoi donare un’ora del tuo tempo prezioso ad una riflessione che ti unisca agli altri sul male degli uomini e contemporaneamente sul dolore degli uomini? Uomini come te e me capaci di uccidersi tra loro invece di amarsi tra loro? Questo non è un invito a teatro. E’ l’invito all’azione: incontrarci per un’ora per un gesto comune d’amore nel ricordo di quanto male un uomo è capace di fare
e di quale dolore può causare ad un altro uomo solo pensando che sia diverso per origine, pensiero, razza o colore. Ricordare …è una volontà o un dovere? Noi pensiamo che sia una volontà e contemporaneamente un dovere.

Volontà nei confronti di noi stessi e dovere nei confronti degli altri. Questo non è un invito a teatro. Questo è il tuo incontro con l’olocausto, il ricordo di milioni sacrificati anche per te. Pensaci bene: un momento di attenzione della tua vita, appena un’ora per dare insieme un abbraccio a tutti gli uomini i vecchi, le donne, i bambini senza colpa alcuna, vittime innocenti…
umiliate nel corpo, nella mente e nell’anima. Esseri umani consumati dal gas, bruciati dai forni. Cancellati dalla vita. Questo non è un invito a teatro.
Questo è un urlo che arriva dal passato e chiede a te un atto di cosciente presenza, una partecipazione che dia senso alla atroce morte di esseri umani uguali a te. Dar senso all’assurdo dolore che è stato: non è un invito a teatro. E’ il grido silente della verità che meritiamo. Non mancare.
Noi ti aspettiamo».

Condividi questo articolo:

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 5517 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Scuola

Liceo Artistico San Leucio. Imma Nespoli: La scuola del fare

Condividi questo articolo:

Condividi questo articolo:
Primo piano

La Fondazione Carditello diventa finalmente operativa

Luigi D’Ambra – La Fondazione Carditello diventa ufficialmente operativa. Lo scorso mese di aprile, infatti, dopo lungo confronto con le Istituzioni, è stata iscritta presso la Prefettura di Caserta al numero

Condividi questo articolo:
Economia

Formazione. Contamination Lab all’Università Parthenope

Antonella Guarino – Presso l’Università Parthenope di Napoli, si è tenuto nei giorni scorsi, il secondo meeting della rete dei Contamination Lab (CLab), i progetti di formazione universitaria che promuovono la

Condividi questo articolo:

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply